You are here: Home » Degree programme.

Salute

Corso di Laurea Magistrale in SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE

Dipartimento di Scienze Biomediche, Metaboliche e Neuroscienze



  • Course in brief
  • Admission requirements
  • Prospects
  • Overview
  • Learning outcomes
  • Contacts

Study plan

Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche e Ostetriche si pone l'obiettivo di formare un professionista specializzato in grado di intervenire, grazie a una formazione culturale e professionale particolarmente avanzata, nei processi gestionali, formativi e di ricerca nel complesso delle professioni sanitarie di infermiere, ostetrica/o, infermiere pediatrico. I laureati magistrali acquisiscono, attraverso i due anni di corso, le necessarie conoscenze scientifiche, i valori etici e le competenze professionali pertinenti alla professione infermieristica ed ostetrica. Essi inoltre consolidano, attraverso lo studio delle diverse discipline e della metodologia della ricerca scientifica, competenze avanzate di tipo educativo, preventivo, assistenziale, riabilitativo e palliativo, acquisendo in tal modo la capacità di rispondere ai problemi prioritari di salute della popolazione e di contribuire al miglioramento della qualità dei servizi. Il Corso di Laurea Magistrale consente inoltre di acquisire competenze avanzate per lo sviluppo di nuovi modelli organizzativi e di gestione della professione infermieristica ed ostetrica.

Conoscenze richieste per l´accesso;

L'accesso al corso è subordinato al superamento di una prova concorsuale di preparazione ministeriale, finalizzata alla verifica di un'adeguata preparazione individuale dello studente. Al momento della presentazione della domanda di partecipazione al suddetto concorso devono essere posseduti: 1) diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo; 2) uno dei seguenti titoli:
- diploma di laurea triennale abilitante all'esercizio di una delle professioni sanitarie
ricomprese nella Classe 1 delle lauree nelle professioni sanitarie infermieristiche e
professione sanitaria ostetrica;
- diploma universitario triennale, abilitante all'esercizio di una delle professioni sanitarie
ricomprese nella Classe 1 delle lauree nelle professioni sanitarie infermieristiche e
professione sanitaria ostetrica;
- titoli abilitanti all'esercizio di una delle professioni sanitarie ricomprese nella Classe di
laurea magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche.
Il possesso delle conoscenze richieste per l'accesso è verificato mediante il test di ammissione, predisposto secondo le indicazioni ministeriali contenute nel Decreto ministeriale 15 luglio 2013, n. 612 che fissa gli argomenti e la composizione numerica dei quesiti.
Qualora se ne manifestasse la necessità, il CdS può sopperire ad eventuali carenze formative dello studente, evidenziate dal test di ammissione, mediante percorsi di approfondimento disciplinare o interdisciplinare, coordinati dal docente della disciplina oggetto di approfondimento. Ciascun docente utilizzerà modalità individuate autonomamente per colmare le debolezze riscontrate nella preparazione iniziale.
Con l'inizio delle lezioni del I anno e obbligatoriamente entro l'inzio del tirocinio lo studente dovrà frequentare e completare il corso FAD SicurMoRe in materia di salute e sicurezza.

Modalità di ammissione

L'accesso al Corso di Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche è subordinato al superamento di una prova concorsuale di verifica di un'adeguata preparazione iniziale, di preparazione ministeriale,
Per lo svolgimento della prova è assegnato un tempo massimo di 2 ore. La prova consiste nella soluzione di 80 quesiti a risposta multipla di cui una sola è la risposta esatta tra le cinque indicate.
Gli argomenti e la relativa numerosità di domande sono stabiliti in base alle indicazioni del MIUR e sono:
- teoria e pratica delle professioni ricomprese nella classe di laurea magistrale
- cultura generale e ragionamento logico
- regolamentazione dell'esercizio professionale e legislazione sanitaria
- cultura scientifico-matematica, statistica, informatica, inglese
- scienze umane e sociali
La prova di ammissione è predisposta tenuto conto delle indicazioni ministeriali contenute nel Decreto ministeriale 15 luglio 2013, n. 612 che fissa gli argomenti e la composizione numerica dei quesiti.
Il programma degli argomenti da sottoporre a verifica previsto dai decreti ministeriali di ammissione è stato fissato a partire dal primo anno di attivazione 2004/2005 e non ha subito nessuna modifica in questi anni.
Per la valutazione del candidato la Commissione d'esame ha a disposizione un totale di 100 punti di cui:
- n. 20 riservati ai titoli
- n. 80 riservati alla prova scritta.
Qualora se ne manifestasse la necessità, il CdS può sopperire ad eventuali carenze formative dello studente, evidenziate dal test di ammissione, mediante percorsi di approfondimento disciplinare o interdisciplinare, coordinati dal docente della disciplina oggetto di approfondimento. Ciascun docente utilizzerà modalità individuate autonomamente per colmare le debolezze riscontrate nella preparazione iniziale.
Con l'inizio delle lezioni del I anno e obbligatoriamente entro l'inzio del tirocinio lo studente dovrà frequentare e completare il corso FAD SicurMoRe in materia di salute e sicurezza.

Ricercatore e tecnico laureato nelle scienze mediche

Function in a job context:

Il laureato può svolgere ruoli professionali e relative funzioni negli ambiti dei servizi sanitari con funzioni manageriali e nell'assistenza sanitaria con funzioni didattiche e di ricerca.
All'interno del Servizio Sanitario vi è un'ampia gamma di posizioni (e competenze) dell'infermiere con laurea magistrale: dalla direzione del Servizio aziendale di assistenza infermieristica tecnica e riabilitativa, al coordinamento di un dipartimento o unità complessa, o di una équipe, al coordinamento dell'aggiornamento del personale e della formazione permanente, al ruolo di formatore, di docente e di tutor.

Skills associated with function:

Il laureato in Scienze Infermieristiche ed ostetriche ha le basi per sviluppare a livello elevato, e in contesti diversi, la capacità di analizzare, di leggere i problemi, pianificare, progettare e gestire servizi sanitari-assistenziali complessi (decreto 2 aprile 2001, Classe delle lauree specialistiche nelle Scienze infermieristiche e ostetriche). Il laureato magistrale ha, inoltre, la capacità di gestire le risorse umane e produttive (guidare gruppi e processi di lavoro).

Job oppotunities:

Il laureato può svolgere la sua attività come dipendente o di libero professionista presso aziende sanitarie e istituzioni pubbliche e private, alcuni esempi:
• negli ospedali;
• nelle strutture per post-acuti, lungodegenze, residenze sanitarie assistite, hospice;
• nei servizi di cure primarie: Case della salute, strutture ambulatoriali;
• nei servizi di prevenzione e sanità pubblica.
• nella formazione.

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)

  1. Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze mediche (2.6.2.2.3)

Come obiettivi specifici i laureati magistrali dovranno approfondire tutti gli ambiti caratterizzanti le diverse discipline delle scienze infermieristiche ed ostetriche (aree di apprendimento), acquisendo in particolare conoscenze e competenze avanzate 1) nello svolgimento autonomo di attività di ricerca, 2) nelle abilità pedagogico-formative e 3) nelle capacità di coordinamento e direzione organizzativa.

Il corso si propone il conseguimento degli obiettivi formativi di seguito definiti:

AREA DI APPRENDIMENTO: METODOLOGIA, PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE ATTIVITÀ’ DI RICERCA
- comprendere, attraverso i metodi epidemiologici, i bisogni sanitari della comunità e i fattori socio-culturali che li influenzano ai fini della programmazione dei servizi;
- eseguire una corretta ricerca bibliografia ed effettuare la lettura critica di articoli scientifici;
- saper interpretare i risultati di ricerca in funzione del miglioramento della qualità assistenziale e della gestione dei problemi prioritari di salute della comunità;
- applicare i fondamenti metodologici della ricerca scientifica all’assistenza, all’organizzazione dei servizi pertinenti e alla ricerca;
- analizzare i principali approcci metodologici relativi ai sistemi di classificazione dei fenomeni di interesse pertinenti;
- progettare e rendere operativi modelli assistenziali innovativi basati su risultati di ricerca per la prevenzione e gestione dei problemi prioritari di salute della comunità;
- supervisionare l’assistenza pertinente e fornire consulenza professionale, utilizzando informazioni di comprovata evidenza scientifica, un approccio globale e personalizzato alle diverse esigenze degli utenti, applicando i modelli teorici e promuovendo il confronto multiprofessionale;
- identificare specifici problemi e aree di ricerca in ambito clinico, organizzativo e formativo;
- verificare l’applicazione dei risultati di ricerca in funzione del continuo miglioramento di qualità dell'assistenza;
- sviluppare la ricerca e l’insegnamento riguardo a specifici ambiti della disciplina pertinente alla specifica figura professionale e dell'assistenza

AREA DI APPRENDIMENTO: PEDAGOGICA-FORMATIVA
- approfondire e sviluppare l'analisi storico-filosofica del pensiero assistenziale;
- approfondire i fondamenti teorici disciplinari al fine di analizzarli criticamente, produrre modelli interpretativi, orientare la ricerca e l’assistenza pertinente;
- approfondire e rielaborare i principi e le tecniche della relazione di aiuto e della conduzione dei gruppi;
- approfondire le conoscenze delle influenze socio-culturali e biopsichiche sul comportamento umano come base per una migliore comprensione di sé e degli altri;
- contribuire a progettare percorsi formativi di base, specializzanti e di formazione continua pertinenti ai bisogni dei destinatari e correlati ai problemi di salute e dei servizi;
- sviluppare l’insegnamento disciplinare infermieristico o infermieristico pediatrico o ostetrico;
- sviluppare l’analisi storico filosofica del pensiero assistenziale infermieristico o infermieristico pediatrico o ostetrico;
- applicare le cognizioni fondamentali dei valori etico deontologici del rapporto tra la persona, la malattia, le istituzioni sanitarie e gli operatori al fine di sviluppare le capacità di giudizio etico e di assunzione delle responsabilità;
- sperimentare strategie e interventi orientati alla complessità relazionale dell’assistenza pertinente alla specifica figura professionale e ai processi di educazione alla salute;
- approfondire i modelli di apprendimento dall’esperienza per condurre processi di formazione professionalizzante;
- approfondire l'applicazione di modelli e strumenti di valutazione dei processi di apprendimento, dell’efficacia didattica e dell’impatto della formazione sui servizi;
- applicare, in relazione allo specifico contesto operativo, metodologie didattiche formali e tutoriali;
- progettare e realizzare, in collaborazione con altri professionisti, interventi educativi e di sostegno del singolo e della comunità per l’autogestione e il controllo dei fattori di rischio e dei problemi di salute;

AREA DI APPRENDIMENTO: COORDINAMENTO E DIREZIONE ORGANIZZATIVA
- analizzare l'evoluzione e i cambiamenti dei sistemi sanitari;
- approfondire le strategie di gestione del personale e i sistemi di valutazione dei carichi di lavoro;
- approfondire i sistemi di valutazione e di accreditamento professionale;
- costruire, sulla base dell’analisi dei problemi di salute e dell’offerta dei servizi, un sistema di standard assistenziali e di competenza professionale;
- approfondire il processo decisionale per una soluzione efficace di problemi assistenziali e organizzativi;
- progettare ed attuare modelli di organizzazione dei servizi infermieristici o ostetrici nell’ambito dei servizi sanitari; - progettare e coordinare interventi organizzativi e gestionali diversificati, finalizzati allo sviluppo di una efficace ed efficiente azione professionale;
- negoziare, selezionare, assegnare le risorse del personale tecnico in relazione agli standard di competenza professionale e a carichi di lavoro delle specifiche aree assistenziali;
- valutare le competenze del personale per accrescerne le potenzialità professionali;
- contribuire alla definizione di un piano sistematico di miglioramento continuo della qualità e definire standard e indicatori condivisi per la valutazione dell’assistenza pertinente;
- gestire gruppi di lavoro e strategie per favorire processi di integrazione multiprofessionali ed organizzativi.

Autonomia di giudizio

Il laureato Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche:
- conosce ed è in grado di applicare il metodo della ricerca infermieristica/ostetrica e delle principali tecniche di rilevazione, trattamento ed analisi delle informazioni per la ricerca sanitaria;
- è in grado di analizzare e leggere i problemi esistenti nei contesti sanitari e sociali, mantenendo una notevole autonomia di giudizio, attraverso l'applicazione del metodo della ricerca sanitaria, ovvero attraverso la verifica empirica delle proprie ipotesi di partenza;

L'autonomia di giudizio è sviluppata in particolare tramite seminari, preparazione di elaborati soprattutto negli ambiti disciplinari infermieristico-ostetrico-epidemiologico ed economico-giuridico-organizzativo e all'interno delle specifiche attività formative. In tali attività didattiche verrà data adeguata rilevanza al ruolo delle metodologie delle scienze infermieristiche ed ostetriche, per la lettura analitica e ragionata dei mutamenti sanitari verificatisi in dati territori ed organizzazioni. Un analogo approccio verrà utilizzato per la programmazione e lo svolgimento delle attività integrative e di tirocinio, inclusa l'attività per la prova finale (tesi di laurea) svolta in collaborazione col docente relatore.
La verifica dell'acquisizione dell'autonomia di giudizio è prevista tramite la valutazione degli insegnamenti del piano di studio individuale e la valutazione del grado di autonomia e capacità di lavoro, anche in gruppo, durante l'attività assegnata nel percorso di studi e tirocinio dello studente. Viene inoltre verificata nell'ambito dell'impegno da dedicare alla preparazione autonoma dell'elaborato scritto necessario per sostenere la prova finale. La modalità sarà quella del colloquio orale.

Abilità comunicative

Il Laureato Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche deve essere in grado di:
- dimostrare di possedere valide capacità relazionali e decisionali
- inquadrare compiutamente il proprio lavoro in contesti più ampi, e motivare chiaramente le proprie scelte sulla base dei fondamenti conosciuti, grazie alle cognizioni tecnico scientifiche di base che possiede.
- trasferire le proprie conoscenze, sfruttando le metodologie e le tecnologie di presentazione ed adeguando la forma comunicativa alle necessità dell'interlocutore;
- cooperare in maniera efficace alle attività di gruppi di lavoro omogenei ed eterogenei;
- mettere in pratica strumenti e tecniche della comunicazione interpersonale e mediata, e di gestione delle informazioni, inclusi i processi di gestione e trattamento delle informazioni digitali;
- comunicare efficacemente in modo scritto e orale, anche in contesti internazionali attraverso la conoscenza della lingua inglese.
L'attività di tirocinio, caratterizzata da una grande variabilità di situazioni interattive, rappresenta l'ambito più adatto all'acquisizione di queste abilità e la modalità di verifica sarà quella del colloquio orale. Le abilità comunicative vengono inoltre sviluppate durante la presentazione dell'elaborato originale per la prova finale.

Capacità di apprendimento

Il Laureato Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche, grazie al suo percorso formativo,deve essere in grado di:
- affrontare in modo efficace le mutevoli problematiche lavorative connesse con l'innovazione tecnologica, scientifica ed organizzativa nel campo della sanità e dell'assistenza in particolare, in linea con i mutamenti del sistema sanitario/assistenziale ed economico
- acquisire una marcata consapevolezza nella progettazione, programmazione e gestione delle problematiche riguardanti la gestione del rischio in sanità e il continuo evolversi dei problemi di salute
- possedere gli strumenti cognitivi e le capacità di orientamento necessari all'aggiornamento continuo delle proprie conoscenze, grazie alla solida formazione sui fondamenti scientifici delle proprie attività professionali
In particolare, gli insegnamenti della laurea magistrale utilizzano metodologie didattiche quali l'analisi e risoluzione di problemi differenti e complessi, l'integrazione delle varie discipline e la discussione in gruppo, che favoriscono l'acquisizione di competenze inerenti l'apprendimento e l'adattamento.
L'attività di tirocinio, svolto in un ambienti particolarmente qualificati, e la realizzazione della tesi di laurea particolarmente approfondita e metodologicamente corretta che prevede che lo studente si misuri, comprenda ed elabori in modo originale nuove informazioni e problematiche, anche non affrontate a lezione, rappresentano altri strumenti utili al perfezionamento delle competenze cognitive e relazionali.

Risultati di apprendimento attesi: conscenza e comprensione, capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Area di apprendimento: metodologia, progettazione e realizzazione di attività di ricerca

Conoscenza e comprensione

I laureati magistrali in questo corso di studio acquisiranno una formazione professionale avanzata con il raggiungimento di elevate competenze nel campo della metodologia della ricerca, nei processi formativi e gestionali delle professioni sanitarie.
Il corso permette di perfezionare le conoscenze scientifiche e le competenze professionali pertinenti alle professioni sanitarie (infermieri e ostetrici) e ha l’obiettivo di approfondire ulteriormente lo studio della disciplina e della ricerca scientifica.

I laureati magistrali devono conoscere e comprendere:
- i metodi e gli strumenti della ricerca nelle aree clinico-assistenziali
- gli strumenti della ricerca bibliografica
- i fondamenti della metodologia di studi scientifici

La verifica di tali conoscenze verrà effettuata utilizzando modalità avanzate autonomamente individuate da ciascun docente e preventivamente comunicate con chiarezza allo studente, attraverso esami orali o scritti

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

I laureati magistrali, attraverso la metodologia epidemiologica, devono dimostrare le seguenti capacità:

- saper svolgere attività di ricerca in modo autonomo e qualificato
- effettuare una indagine critica della letteratura scientifica
- realizzare una ricerca bibliografica accurata e approfondita
- comprendere i bisogni sanitari della comunità e i fattori sanitari e socio-culturali che li influenzano, ai fini della programmazione e dell’organizzazione dei servizi
- identificare specifici problemi ad aree di ricerca in ambito clinico, organizzativo e formativo
- verificare l’applicazione dei risultati della ricerca, in funzione del continuo miglioramento della qualità dell’assistenza
- applicare i fondamenti metodologici della ricerca scientifica all’assistenza, all’organizzazione dei servizi sanitari ed alla ricerca
- eseguire una corretta ricerca bibliografia ed effettuare la lettura critica di articoli scientifici
- saper interpretare i risultati di ricerca in funzione del miglioramento della qualità assistenziale e della gestione dei problemi prioritari di salute della comunità



Area di apprendimento: Pedagogico-Formativa

Conoscenza e comprensione

I laureati magistrali in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche acquisiranno conoscenze avanzate in ambito pedagogico-formativo, con particolare riferimento all’approfondimento dei modelli e degli strumenti di valutazione dei processi di apprendimento, dell’efficacia didattica, dell’impatto della formazione sui servizi e dei processi di educazione e formazione in ambito sanitario.
Il corso prevede una preparazione approfondita sull’etica e la deontologia sanitaria. Saranno trattati i concetti di etica e bioetica, i principi e valori che sottendono all’etica, la deontologia professionale e il comportamento professionale eticamente corretto, con particolare attenzione complessità relazionale dell’assistenza sanitaria e ad alcuni aspetti etico-deontologici di frequente riscontro durante l’assistenza (quali ad esempio consenso e dissenso informato, contenzione, direttive anticipate di trattamento, etc.). Il corso prevede inoltre un approfondimento relativo al ruolo e alle funzioni del comitato etico provinciale rispetto alla ricerca e alle sperimentazioni cliniche.
La verifica di tali conoscenze verrà effettuata utilizzando modalità avanzate autonomamente individuate da ciascun docente e preventivamente comunicate con chiarezza allo studente, privilegiando l’accertamento orale e contestualizzando tale modalità nello specifico di ciascun corso.

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

I laureati magistrali saranno in grado di:
- Applicare i valori etico-deontologici nel rapporto tra l’assistito, i familiari, gli operatori sanitari e le istituzioni sanitarie al fine di poter sviluppare una capacità di giudizio etico e di assunzione di responsabilità;
- Individuare i bisogni di assistenza alla persona e alla comunità;
- Analizzare i bisogni di salute nella loro globalità, al fine di integrare ai bisogni fisici, i bisogni psico-sociali delle persone di diverse età, cultura e stato di salute nei vari ambiti assistenziali, integrando le conoscenze pratiche e teoriche acquisite;
- Approfondire le basi della teoria e filosofia delle scienza infermieristiche.

Area di apprendimento: Coordinamento e direzione organizzativa

Conoscenza e comprensione

I laureati magistrali in Scienza Infermieristiche ed Ostetriche acquisiranno conoscenze avanzate in ambito di coordinamento e direzione organizzativa, quali la progettazione di modelli di organizzazione dei servizi di riferimento nell’ambito del sistema sanitario e l’approfondimento delle strategie di gestione e valutazione del personale. Il corso prevede lo studio dei sistemi di valutazione dei carichi di lavoro e dell’accreditamento professionale.
I laureati specialisti saranno quindi in grado di svolgere attività avanzate di tipo assistenziale, educativo e preventivo, con lo sviluppo di un approccio integrato ai problemi organizzativi e gestionali delle professioni sanitarie.

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

I laureati magistrali svilupperanno capacità di:
- Progettare e coordinare interventi organizzativi e gestionali diversificati, finalizzati allo sviluppo di un’efficace ed efficiente azione professionale;
- Progettare e attuare i modelli assistenziali innovativi basati su risultati della ricerca per la prevenzione e la gestione di problemi di salute della comunità;
- Programmare, gestire e valutare i servizi assistenziali nell’ottica del miglioramento della qualità (pianificazione, organizzazione, direzione, controllo);
- Valutare le competenze del personale, al fine di pianificare adeguati e mirati interventi formativi;
- Saper utilizzare appropriatamente le risorse a disposizione, assicurando la qualità e la continuità assistenziale.

Course director:
Annalisa BARGELLINI