You are here: Home » Degree programme.

Società e cultura

Corso di Laurea Magistrale in ANALISI DEI DATI PER L'ECONOMIA E IL MANAGEMENT

Dipartimento di Economia "Marco Biagi"



  • Course in brief
  • Admission requirements
  • Prospects
  • Overview
  • Learning outcomes
  • Contacts

Study plan

Il Corso di Studio intende formare un economista, politico e aziendale, esperto nella raccolta, gestione, elaborazione e analisi dei dati, nonché nella visualizzazione e comunicazione dei risultati. La società dell’informazione è caratterizzata da una enorme disponibilità di dati di interesse economico e aziendale. Tali dati possono essere di grande utilità per guidare le decisioni aziendali e le scelte di politica economica delle pubbliche amministrazioni. A questo fine, i dati devono essere selezionati, sintetizzati ed elaborati, usando appropriate tecniche quantitative di tipo informatico, statistico ed econometrico. D’altra parte, un uso efficace dei dati richiede anche conoscenze specialistiche relative al loro contesto di applicazione, cioè competenze economiche e manageriali. C’è, quindi, una domanda crescente, sul mercato del lavoro, di profili professionali qualificati sotto entrambi gli aspetti, tecnico-quantitativo, da un lato, ed economico, politico e aziendale, dall’altro. È a questa domanda che il CdS si propone di rispondere.

Le due principali figure professionali che il Corso di Studio mira a formare sono: 'Analista dei dati per le istituzioni economico-finanziarie'; 'Esperto di processi aziendali data-driven'.
Per il primo profilo, gli sbocchi occupazionali previsti sono i seguenti: Istituzioni economiche e finanziarie, centri-studi pubblici e privati, pubblica amministrazione, organizzazioni nazionali e internazionali (come, ad esempio, ISTAT, Banca d'Italia, Eurostat, Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, Banca Centrale Europea, Fondo Monetario Internazionale), uffici statistici e di ricerca degli enti locali e delle imprese in ambito privato. La prosecuzione della formazione del laureato nell’ambito di dottorati di ricerca in economia, tanto nazionali che esteri, rappresenta una ulteriore, e non secondaria, opzione.
Per il secondo profilo, 'Esperto di processi aziendali data-driven', gli sbocchi occupazionali sono previsti soprattutto presso imprese native digitali o, comunque, interessate da processi di innovazione e/o trasformazione data-driven, e nelle attività di consulenza aziendale connesse.
Complessivamente, i profili formativi coniugano le competenze di analisi dei dati con quelle economiche e manageriali, affinché i laureati possano arrivare a ricoprire ruoli decisionali di significativa responsabilità in diversi ambiti lavorativi, pubblici e privati.
Queste indicazioni sui profili professionali e sugli sbocchi occupazionali sono emerse chiaramente dalle consultazioni delle parti interessate esterne al mondo universitario. Le consultazioni con le parti esterne sono state integrate dagli studi di settore disponibili sulle tendenze della domanda sul mercato del lavoro. In generale, le consultazioni condotte in fase di progettazione hanno delineato un quadro positivo per la domanda di laureati in discipline economiche e con prospettive particolarmente interessanti per i profili professionali previsti dal Corso di Studio.

Finalizzata al pieno raggiungimento degli obiettivi formativi è la scelta di prevedere due curricula: Economia e Management. Il primo anno, comune ai due indirizzi, prevede una formazione incentrata su conoscenze quantitative, - Matematica, Informatica, Statistica ed Econometria – , e su conoscenze economico-aziendali di Economia Industriale, Finanza ed Economia Aziendale quantitativa. La formazione comune è completata al secondo anno con contenuti giuridici riguardanti la normativa applicabile al mercato digitale.
Per quanto riguarda l’articolazione dei curricula, il curriculum Economia mira a specializzare la formazione verso una figura di economista esperto nell’analisi dei dati, con conoscenze avanzate di macroeconomia, microeconomia e macroeconometria.
Il curriculum Management mira invece a specializzare la formazione verso una figura in grado di operare in imprese interessate da processi di creazione di valore data-driven nell’ambito delle attività strategiche, del marketing, delle risorse umane, della finanza e, in generale, della gestione aziendale.
Completano il percorso verso la laurea magistrale, due in segnamenti di libera scelta per gli studenti e una prova finale, costituita da una tesi di laurea.

Il Corso di Studio, in sinergia con il Dipartimento di Economia e con l’Ateneo, garantisce una serie di servizi per studenti e studentesse utili a facilitarne il percorso verso la laurea. Tra i servizi offerti, per l’orientamento e il tutorato in itinere, il Presidente del Corso di Studio provvederà a individuare i tutor del Corso e a pubblicizzarne nomi e funzioni alle rappresentanze studentesche e a iscritti/e.
Per i tirocini, il Dipartimento dispone di un Ufficio Stage con compiti di gestione dei tirocini di formazione ed orientamento presso aziende/enti esterni. Il Corso di Studio ha previsto che i docenti, sotto la supervisione del Presidente, possano predisporre progetti che per la loro realizzazione richiedano periodi trascorsi dagli studenti e dalle studentesse presso aziende e/o enti esterni.
Il Corso di Studio, inoltre, incoraggerà alla partecipazione a progetti di mobilità studentesca internazionale, in particolare ai progetti Erasmus Plus e Moreverseas, per i quali sono già presenti a livello di dipartimento diverse convenzioni con istituzioni universitarie europee ed extraeuropee.

Conoscenze richieste per l´accesso;

I requisiti richiesti per l'accesso sono i seguenti:

a) Diploma di Laurea di durata triennale (ex DM 509/99 o ex DM 270/04), oppure previgente diploma di laurea quadriennale (ante DM 509/99) conseguito in Italia oppure titolo di studio equivalente conseguito all'estero.

I candidati, inoltre, nel loro Diploma di Laurea, devono aver maturato:
- almeno 21 crediti in ambito matematico-statistico-informatico, nei settori SECS-S/01, SECS‐S/02, SECS-S/03, SECS-S/06, SECS-P/05, INF/01, ING-INF/05, MAT/09, MAT/05, MAT/06, MAT/08
- almeno 12 crediti in ambito economico-aziendale, nei settori SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/03, SECS-P/06, SECS-P/07, SECS-P/08, SECS-P/09, SECS-P/10, SECS-P/11.

Per i candidati con titolo di studio estero, la Commissione valuta il curriculum di studi per verificare se include insegnamenti equivalenti a tali crediti.

b) Certificato attestante la conoscenza della lingua inglese almeno pari al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER).
La Commissione dispensa il candidato dalla presentazione del certificato linguistico nel caso in cui la conoscenza della lingua inglese sia attestata da altri elementi curricolari (Diploma di Laurea in lingua inglese, candidato di madrelingua inglese, ecc.).

La valutazione di adeguatezza della preparazione dei laureati si basa sulla votazione media ottenuta nel corso di laurea frequentato ed eventualmente su un colloquio di ammissione.
La verifica della adeguata preparazione, oltre che del possesso dei requisiti sopra indicati, è demandata ad una Commissione apposita, nominata dal Consiglio di Dipartimento.

Modalità di ammissione

Oltre alla verifica dei requisiti indicati nel quadro A3a, sono previsti dei requisiti di adeguatezza della personale preparazione.
I candidati in possesso di titolo di studio italiano e con media ponderata dei voti degli esami sostenuti nel corso di laurea uguale o superiore a 25/30 sono automaticamente giudicati in possesso di adeguata preparazione.
Per i candidati con titolo di studio estero, giudicato idoneo per l'ammissione ad un Corso di secondo livello, la Commissione valuta il curriculum di studi per verificare se il candidato abbia conseguito una votazione media corrispondente a quella richiesta per il titolo di studio italiano.
Se il candidato ha un voto medio inferiore a 25/30, la Commissione, sulla base del curriculum complessivo, può giudicarlo non idoneo o invitarlo a sostenere un colloquio volto ad acquisire ulteriori elementi di valutazione.

Il corso di studio nomina annualmente la commissione giudicatrice con delibera de Consiglio di Dipartimento a luglio.

Analista dei dati per le istituzioni economico-finanziarie

Function in a job context:

1. Raccolta, analisi ed interpretazione dei risultati in ambiti propri della ricerca economica e finanziaria;
2. Gestione ed elaborazione dei dati mediante l’utilizzo di programmi informatici;
3. Elaborazioni statistiche ed econometriche;
4. Analisi quantitative di previsioni economico-finanziarie e valutazione di interventi di politica economica;
5. Analisi dell’impatto delle politiche pubbliche in organizzazioni nazionali ed internazionali.

Skills associated with function:

1. Ha la capacità di accedere a fonti di dati e di informazioni economiche, utilizzando le principali banche dati, sia macroeconomiche che micro o di impresa;
2. Sa utilizzare strumenti quantitativi - statistici, econometrici ed informatici - per lo svolgimento di analisi dei dati puntuali e rigorose;
3. Conosce il contesto economico-finanziario, necessario per interpretare correttamente il fenomeno e l’oggetto di studio;
4. È in grado di realizzare in autonomia report dettagliati basati sull’analisi dei dati sui temi in esame;
5. È in grado di comunicare in modo efficace i risultati delle analisi.

Job oppotunities:

Istituzioni economiche e finanziarie, centri-studi pubblici e privati, pubblica amministrazione, organizzazioni nazionali ed internazionali (come, ad esempio, ISTAT, Banca d'Italia, Eurostat, Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, Banca Centrale Europea, Fondo Monetario Internazionale), uffici statistici e di ricerca degli enti locali e delle imprese in ambito privato.

Esperto di processi aziendali data-driven

Function in a job context:

1. Raccolta, gestione ed elaborazione dei dati, a fini sia interpretativi sia predittivi;
2. Reportistica basata sull’analisi dei dati;
3. Progettazione e organizzazione di processi aziendali data-driven;
4. Intermediazione tra funzioni tecnico-ingegneristiche e funzioni operative, gestionali e direttive nell’ambito aziendale.

Skills associated with function:

1. È in grado di contribuire, operativamente o come gestore, ai processi aziendali basati sulla selezione, raccolta, integrazione, analisi dei dati, sia interni che esterni all’azienda;
2. Ha la capacità di svolgere tali attività all’interno di team, usando metodi organizzativi state-of-the-art (lean) con cui generare innovazioni e/o miglioramenti e testarne l’impatto sui processi decisionali;
3. Sa comunicare i risultati di tali processi e interpretare le implicazioni per le policy aziendali, negli ambiti gestionale, finanziario, organizzativo e di marketing;
4. È in grado di condurre analisi dei dati tramite tecniche statistiche e di machine learning;
5. È in grado di trattare i dati in osservanza delle norme e dei regolamenti legati al loro utilizzo nell’ambito dell’impresa, del commercio e della pubblica amministrazione .

Job oppotunities:

Imprese native digitali o interessate da processi di innovazione o trasformazione data-driven; attività di consulenza aziendale connesse.

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)

  1. Statistici (2.1.1.3.2)
  2. Specialisti della gestione e del controllo nelle imprese private (2.5.1.2.0)
  3. Specialisti in risorse umane (2.5.1.3.1)
  4. Specialisti dell’organizzazione del lavoro (2.5.1.3.2)
  5. Analisti di mercato (2.5.1.5.4)
  6. Specialisti dei sistemi economici (2.5.3.1.1)
  7. Specialisti dell'economia aziendale (2.5.3.1.2)

Il Corso di Laurea Magistrale in Analisi dei Dati per l’Economia e il Management si propone di formare un economista, politico e aziendale, con una solida formazione quantitativa, esperto nella estrazione, elaborazione, visualizzazione e analisi di dati di interesse economico e aziendale.
Il presente corso interclasse soddisfa i requisiti delle due classi, e non di due corsi paralleli inseriti nello stesso percorso. Perciò, i percorsi formativi all'interno del presente corso di studi soddisfano i requisiti di entrambe le classi, in modo da permettere allo studente la possibilità di scegliere fino all'ultimo anno di corso in quale classe conseguire il titolo.
Gli insegnamenti obbligatori forniscono solide competenze informatiche, statistiche ed econometriche, utili in ambito aziendale, economico e finanziario. La formazione comune include anche conoscenze avanzate di economia industriale, aziendale e finanziaria, oltre che contenuti di diritto relativi alla normativa vigente sull’uso e sul trattamento dei dati.
Il corso di studio si potrà articolare in due curricula, uno per completare questa formazione comune con competenze avanzate di teoria economica e finanziaria e, in particolare, di macroeconomia, microeconomia, politica economica e finanza quantitativa. Queste competenze sono richieste dalle Istituzioni pubbliche e private, all’interno delle quali si svolge attività di ricerca economica, nonché dai percorsi di dottorato di ricerca economici, sia italiani che stranieri.
Un secondo percorso per completare la formazione comune con competenze di dominio nell’ambito del marketing, della gestione delle risorse umane e, in generale, della gestione aziendale, con particolare riguardo agli aspetti legati all’uso dei dati per le decisioni aziendali. Il laureato che abbia acquisito tali insegnamenti non è, dunque, un puro analista dei dati, quanto piuttosto una figura con competenze interdisciplinari, in grado di dialogare, da un lato con gli analisti puri e, dall’altro, con i manager di formazione più tradizionale.
Diversi insegnamenti prevedono lo svolgimento di progetti, individuali e di gruppo, con una presentazione in classe dei risultati. Queste attività sono utili a sviluppare la capacità di elaborazione dei dati, di lavorare in gruppo, di redigere rapporti e di comunicarne il contenuto.
Il Corso prevede anche il coinvolgimento di alcune imprese nelle attività formative. Inoltre, in fase di progettazione del CdS, si è stabilito che i docenti del Corso di Studio, a CdS eventualmente attivato, possano predisporre progetti, sotto la supervisione del Presidente, che prevedano per la loro realizzazione periodi trascorsi dagli studenti presso aziende e/o enti esterni. Il Consiglio di CdS analizzerà periodicamente questi progetti e gli esiti dei periodi di formazione svolti all’esterno.

Autonomia di giudizio

Il laureato magistrale in Analisi dei Dati per l’Economia e il Management ha la capacità di valutare in autonomia quali problemi richiedano l’uso dei dati, quali siano i dati rilevanti per affrontarli e quali tecniche debbano essere impiegate per elaborarli. Tale capacità viene acquisita attraverso lo studio tradizionale, ma anche tramite l'elaborazione di specifici progetti e studi di caso. Questi progetti, in alcuni casi, prevedono l'interlocuzione con le imprese, che mettono a disposizione i propri dati e la propria esperienza e contribuiscono a definire l’oggetto di studio. La redazione della tesi è ovviamente una attività fondamentale per sviluppare il senso critico e per verificare le capacità di giudizio del laureato.

Abilità comunicative

Il laureato in Analisi dei Dati per l’Economia e il Management è in grado di redigere e comunicare un rapporto di lavoro o una ricerca su temi economici, aziendali e finanziari. Sa inoltre valutare le competenze degli interlocutori ed utilizzare un registro comunicativo appropriato con gli specialisti informatici, da un lato, e i dirigenti con una formazione economica tradizionale, dall’altro. Le abilità comunicative, scritte e orali, sono sviluppate e verificate, oltre che in occasione delle prove di esame, durante le attività seminariali, le attività di laboratorio, e i progetti svolti a casa, in particolare quelli in gruppo e quelli che prevedono la presentazione e discussione in aula degli elaborati. L'acquisizione delle abilità comunicative, e la loro verifica, è prevista anche nel periodo dedicato alla preparazione della tesi e in occasione della sua discussione.

Capacità di apprendimento

Il laureato in Analisi dei Dati per l’Economia e il Management sviluppa una capacità di apprendimento che gli consente di continuare a documentarsi in modo autonomo. Strumentali allo sviluppo della capacità di apprendere sono l’esperienza di ricerca del materiale bibliografico, dei dati empirici rilevanti e delle fonti normative, la dimestichezza con la letteratura di riferimento, la capacità di organizzare il proprio lavoro, rispettando gli impegni e le scadenze. Tali capacità di apprendimento vengono acquisite e verificate lungo tutto il corso degli studi, in particolare nelle attività che prevedono una partecipazione attiva, tra cui la elaborazione della tesi finale.

Risultati di apprendimento attesi: conscenza e comprensione, capacita' di applicare conoscenza e comprensione

AREA STATISTICA/MATEMATICA/ECONOMETRIA/INFORMATICA

Conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale in Analisi dei Dati per l’Economia e il Management possiede conoscenze avanzate di statistica, matematica, informatica ed econometria relative a:
- algebra lineare, calcolo matriciale, decomposizione spettrale, ottimizzazione libera e vincolata, ottimizzazione dinamica;
- programmazione per l’analisi dei dati, analisi di algoritmi e strutture dati, modellazione e interrogazione di basi di dati, tecniche per l’esplorazione e la preparazione dei dati;
- identificazione delle fasi del processo di ricerca e degli strumenti di raccolta dei dati, nuovi approcci nelle aree della modellistica statistica e dell'analisi dei dati, utilizzo di modelli predittivi per l’esplorazione e la classificazione, sia supervisionata che non supervisionata, dei dati;
- strumenti per il supporto alle decisioni in ambito economico e finanziario: metodi multicriteriali per le decisioni; conoscenze di finanza quantitativa ed empirica quali modelli di asset pricing; modellizzazione della volatilità e modelli per la valutazione delle opzioni.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso le prove d'esame scritte e/o orali, nonché attraverso attività, specificamente previste dagli insegnamenti, che comprendono la redazione e discussione di relazioni.  

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale sarà in grado di applicare le conoscenze e la capacità di comprensione acquisite per:
- risolvere sistemi di equazioni lineari con l’utilizzo dell’algebra delle matrici, calcolare autovalori e autovettori di matrici, risolvere problemi di ottimizzazione liberi, vincolati e con dinamica;
- definire processi per l’analisi dei dati e gestirne l’implementazione con opportune tecniche;
- progettare ed eseguire un'analisi data-driven, identificando i più opportuni modelli statistici e di machine learning, volta a un problema di classificazione, sia supervisionato che non supervisionato;
- affrontare decisioni in ambito economico e finanziario, selezionare ed applicare i metodi multicriteriali più opportuni per le decisioni;
- utilizzare e implementare con dati reali i modelli per la valutazione dei titoli azionari ed i modelli per la valutazione delle opzioni, stimare e prevedere la volatilità.

Il raggiungimento della capacità di applicare la conoscenza e di comprensione avviene tramite lo studio individuale, le applicazioni a studi di caso e lo svolgimento di progetti individuali e/o di gruppo, previsti nell'ambito degli insegnamenti.

AREA ECONOMICA

Conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale possiede conoscenze di Econometria, Microeconomia, Economia Industriale e Macroeconomia relative a:
- modelli per l’analisi dei dati cross-sezionali, dati panel e serie temporali; modelli per le analisi del ciclo economico e la previsione di serie macroeconomiche e finanziarie;
- teoria del consumatore e dell’impresa, equilibrio economico generale, scelta in condizioni di incertezza;
- teorie dei mercati, interazione strategica, teoria della informazione, effetti di rete e beni intermediati;
- teorie della crescita economica, debito pubblico, disuguaglianza e redistribuzione del reddito;
- analisi del ciclo economico, della politica monetaria e della politica fiscale;
- effetti distributivi della politica fiscale e sostenibilità sociale dello sviluppo; economia dell’ambiente, sostenibilità ambientale, elementi di analisi costi-benefici.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso le prove d'esame scritte e/o orali, nonché attraverso attività, specificamente previste da insegnamenti
che comprendono: la redazione e discussione di relazioni; la partecipazione ad attività seminariali e di laboratorio. Momento finale di verifica è costituito dalla redazione della tesi.

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale sarà in grado di applicare le conoscenze e la capacità di comprensione acquisite per:
- elaborare ed interpretare dati e informazioni di carattere economico alla luce delle teorie economiche;
- prevedere le possibili conseguenze di eventi esogeni e di provvedimenti di politica economica su singoli mercati, sull’attività macroeconomica generale, sulla distribuzione del reddito e sull’ambiente;
- elaborare e redigere rapporti, studi di settore e articoli divulgativi di natura economica;
- seguire con profitto corsi post-laurea di carattere economico.

Il raggiungimento della capacità di applicare conoscenza e comprensione avviene tramite lo studio individuale, lo svolgimento di esercitazioni su applicativi statistici e lo svolgimento di progetti individuali o di gruppo, previsti nell'ambito degli insegnamenti.
La capacità di applicare quanto appreso è rafforzata dall’attività di laboratorio e dalla elaborazione della tesi finale.

AREA AZIENDALE

Conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale possiede conoscenze di Economia aziendale, Finanza e Organizzazione aziendale, Economia degli Intermediari e dei Mercati Finanziari, Marketing e analisi dei dati, relative a:
- modelli di business e sistemi di creazione del valore, con particolare attenzione a quelli digitali e alle tecnologie abilitanti (IoT, AI e Big data). Comprensione dei metodi di sviluppo e implementazione dei progetti di cambiamento strategico;
- conoscenza delle metriche operative, di soddisfazione e di comportamento dei clienti. Strategie di marketing digitali, digital ADV e uso dei microdati;
- conoscenza degli strumenti di finanza aziendale e valutazione dei progetti di investimento, con particolare attenzione agli effetti della digitalizzazione sul valore dell’impresa;
- analisi dei titoli e degli strumenti finanziari, i principali intermediari finanziari, i mercati del credito e dei capitali, analisi del rischio e del rendimento;
- conoscenza delle applicazioni dei metodi di machine learning al credito e alla finanza. Comprensione degli effetti delle innovazioni ICT sui mercati e gli intermediari finanziari;
- comprensione e conoscenza dei concetti e strumenti per la gestione strategica delle risorse umane e delle dinamiche della trasformazione digitale dell'organizzazione aziendale;
- comprensione dell’impatto della datificazione del lavoro sulla gestione della relazione di lavoro, conoscenza delle applicazioni di analisi dei dati a supporto dei processi decisionali di HR (data-driven HRM);
- conoscenza degli strumenti operativi, dashboards e data visualization.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene attraverso le prove d'esame scritte e/o orali, nonché attraverso attività, specificamente previste dagli insegnamenti, che comprendono: la redazione e discussione di relazioni e progetti, individuali o a gruppi; la partecipazione ad attività̀ seminariali e di laboratorio. Il momento finale di verifica è costituito dalla redazione e dalla discussione della tesi.

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale sarà in grado di applicare le conoscenze e la capacità di comprensione acquisite per:
- elaborare modelli di business in grado di sfruttare pienamente le tecnologie digitali al fine di ottenere un vantaggio competitivo;
- stimare e simulare l’impatto delle scelte strategiche sulle metriche aziendali (finanziarie, competitive, operative, di innovazione);
- strutturare e gestire i processi organizzativi alla luce della trasformazione digitale dell’azienda;
- partecipare-a o coordinare team trasversali alle funzioni aziendali nello sviluppo di progetti e innovazioni data-driven;
- seguire con profitto corsi post-laurea nell’ambito delle discipline di economia aziendale.

Il raggiungimento della capacità di applicare la conoscenza e la comprensione avviene tramite lo studio individuale, lo svolgimento di esercitazioni su applicativi statistici e lo svolgimento di progetti individuali o di gruppo, previsti nell'ambito degli insegnamenti.
La capacità di applicare quanto appreso è rafforzata dall’attività̀ di laboratorio e dalla elaborazione della tesi finale.

AREA GIURIDICA

Conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale possiede conoscenze giuridiche relative a:
- disposizioni applicabili al trattamento dei dati personali e non personali;
- norme sul riuso dei dati nella disponibilità dei soggetti pubblici;
- disciplina europea in itinere relativa alla Governance dei dati ed alla regolazione del mercato e dei servizi digitali.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene attraverso la discussione di casi giurisprudenziali in aula e la prova di esame in forma orale, volta ad accertare la conoscenza della normativa applicabile al mercato digitale

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale deve essere in grado di applicare le conoscenze e la capacità di comprensione acquisite in ambito giuridico per:
- individuare la normativa, sovranazionale e/o nazionale, applicabile ad una fattispecie concreta;
- aggiornare la propria conoscenza della legislazione e della giurisprudenza, monitorandone costantemente l’evoluzione, al fine di comprenderne l’impatto sulle problematiche che si trova ad affrontare.

Il raggiungimento della capacità di applicare conoscenza e comprensione avviene tramite l'analisi della normativa e la discussione, singolarmente o in gruppo, di casi giurisprudenziali.

Course director:
Mario FORNI

Tutors:
Lara LIVERANI