You are here: Home » Degree programme.

Società e cultura

Corso di Laurea Magistrale in INTERNATIONAL MANAGEMENT - MANAGEMENT INTERNAZIONALE

Dipartimento di Economia "Marco Biagi"



  • Course in brief
  • Admission requirements
  • Prospects
  • Overview
  • Learning outcomes
  • Contacts

Study plan

Il corso di laurea magistrale in International Management costituisce un'offerta formativa che risponde alla crescente domanda, proveniente dal mondo delle imprese e delle istituzioni, di figure di laureati magistrali in grado di assumere ruoli manageriali e operativi nei processi di internazionalizzazione. I profondi cambiamenti in corso sui mercati internazionali e la crescente competizione intra- ed inter-settoriale sollecitano le imprese a dotarsi di figure professionali particolarmente competenti nel guidare e gestire con strategie mirate e in modo nuovo e più efficace i canali e i mercati di sbocco in ottica glocal. Le risorse umane che rivestono un ruolo attivo in simili processi necessitano di rinnovate capacità di analisi dei mercati internazionali, di sapere impiegare un ampio ventaglio di strumenti di gestione delle politiche commerciali e di management, di progettare adeguate strutture e processi organizzativi, di impiegare idonei strumenti macro e micro-economici, statistici e giuridici. A ciò si deve aggiungere una spiccata e certificata abilità comunicativa nelle lingue straniere. La forte apertura al mercato internazionale del sistema produttivo locale e nazionale, trainata dal dinamismo del tessuto di piccole e medie imprese in esso presenti, amplifica l'attenzione e la domanda di figure professionali dotate di queste nuove abilità, di risorse progettuali e operative qualificate per sostenere l'azione delle imprese italiane sui mercati internazionali.

Al fine di pervenire alla formazione del profilo di competenza in linea con le aspettative del mercato del lavoro, il corso di laurea è suddiviso in diverse aree di studio. La prima si basa sulle metodologie di analisi dei mercati internazionali (raccolta ed analisi di dati macro-economici) e sugli strumenti di gestione manageriale dell’impresa nei processi di internazionalizzazione. La seconda si concentra sulla strumentazione di marketing con specifico riferimento alle politiche di prodotto, di canale e di distribuzione; alla gestione del portafoglio clienti e delle reti di vendita sui mercati esteri. La terza affronta i temi della gestione e organizzazione delle reti di impresa che si sostanziano nelle pratiche di outsourcing, di forme di partnership, di processi di innovazione. L’analisi della struttura industriale e dei sistemi produttivi con i loro processi di cambiamento, costituisce una ulteriore area tematica. Lo studio delle lingue straniere si snoda in tutto il percorso. Le modalità didattiche utilizzate incoraggiano una elevata interazione tra docenti e studenti e lo sviluppo di competenze anche di tipo trasversale: oltre alle lezioni frontali del docente, è incentivato l'intervento di operatori aziendali, l'organizzazione di visite in impresa, di cross-cultural meeting, di attività seminariali, di project work realizzati in team di studenti, di partecipazioni a Challenge e business case promossi da primari gruppi multinazionali. Il corso stimola inoltre gli studenti a svolgere periodi di studio e progetti di ricerca all’estero, anche con internship in impresa. La presenza di studenti internazionali rende il corso una stimolante esperienza multi-culturale.

Il percorso consente al laureato di ricoprire, all’interno delle imprese, ruoli manageriali/operativi nelle funzioni commerciali/di marketing che rivestono un ruolo fondamentale nei processi di internazionalizzazione (sales manager, key account, ecc.). Il laureato potrà svolgere anche attività di analista dei mercati internazionali e dei sistemi paese presso enti ed istituzioni pubbliche e private, nazionali e internazionali. Esempi di aree di intervento sono: pianificazione strategica nell'accesso ai mercati internazionali, gestione delle vendite e della forza vendita sui mercati esteri, logistica e sourcing internazionale, raccolta ed analisi di dati macro- e micro-economici.

Conoscenze richieste per l´accesso;

Sono requisiti per l'accesso al corso di laurea magistrale in International Management:
a - Il possesso di un titolo di laurea triennale (ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo, o di una laurea relativa al previgente ordinamento quadriennale) nelle classi L-18 o L-33 (D.M. 270/04) oppure 17 o 28 (D.M. 509/99)

oppure in alternativa

Titolo di laurea in altra classe ma avendo sostenuto almeno:
- 18 CFU nei settori scientifico-disciplinari SECS-P/07 o SECS-P/08 o SECS-P/09 o SECS-P/10 o SECS-P/11
- 12 CFU nei settori scientifico-disciplinari SECS-P/01 o SECS-P/02 o SECS-P/06
- 8 CFU nei settori scientifico-disciplinare IUS/04, IUS/01
- 12 CFU nei settori scientifico-disciplinari SECS-S/01 o SECS-S/03 o SECS-S/05 o SECS-S/06

b- La conoscenza della lingua inglese almeno pari ad un livello B2 del Quadro Comune Europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER).

c- Competenze informatiche certificate da un attestato ECDL o da idoneità informatica equivalente.

La verifica dell'adeguatezza della personale preparazione tiene conto del curriculum accademico, con particolare riferimento alla classe di laurea, ai crediti formativi universitari conseguiti nei settori scientifico-disciplinari di area economica e aziendale, e alla media ponderata dei voti degli esami sostenuti.

Modalità di ammissione

I requisiti esposti nel quadro A3.a devono essere posseduti al momento della presentazione della domanda di valutazione, ad eccezione del titolo di laurea e del livello B2 di lingua inglese che possono essere conseguiti entro il termine previsto per le immatricolazioni.

Nel caso in cui la preparazione personale, in virtù dei requisiti curriculari, sia considerata adeguata, il candidato è ammesso al corso senza ulteriori verifiche.

Il corso di studio prevede per gli studenti internazionali un'apposita sessione e la nomina di una commissione per la verifica dell'adeguatezza della personale preparazione, compatibilmente con le tempistiche previste dalle Ambasciate per i visti, e della validità del titolo di studio conseguito per l'ammissione a un corso post-laurea.
Gli studenti internazionali, che abbiano ottenuto una valutazione positiva nella verifica di cui al punto precedente, sono esonerati dalla successiva prova di verifica dell'adeguatezza della personale preparazione prevista per la generalità degli studenti.

Non sono previsti debiti formativi, ovvero obblighi formativi aggiuntivi, al momento dell'accesso.

Per l'a.a. 2020/2021 non possono presentare domanda gli studenti con media di libretto inferiore a 24/30. Gli studenti con le lauree sopracitate e con media tra 24 e 25/30 saranno soggetti a colloquio di ammissione. Gli studenti con lauree diverse e con media superiore a 24/30 saranno convocati al colloquio di ammissione.

Il colloquio si terrà in lingua inglese e verterà sui seguenti temi:
• Economia aziendale
• Marketing e marketing internazionale
• Economia e microeconomia
• Statistica

Il corso di studio nomina annualmente la commissione giudicatrice con delibera a luglio.

Responsabile in associazioni imprenditoriali e consorzi export, Camere di commercio

Function in a job context:

Funzioni di responsabilità o staff all’interno di associazioni imprenditoriali e consorzi export, Camere di commercio, che offrono servizi di assistenza e accompagnamento delle imprese nelle attività estere.

Skills associated with function:

Capacità di interazione con le imprese associate, di comprensione ed erogazione di servizi a supporto della loro azione sui mercati esteri, organizzazione di missioni eventi in Italia e all’estero, di definire le forme di presenza sul mercato estero e capacità di comunicazione in lingue estere.

Job oppotunities:

Associazioni impresa, Consorzi export, Camere di Commercio, Agenzie regionali per l’export.

Esperti di marketing e responsabili dei mercati esteri.

Function in a job context:

Funzioni di responsabilità o staff nell'area commerciale estera, nel marketing strategico e nell'analisi dei mercati esteri, nel marketing operativo (comunicazione, retail) rivolto ai mercati esteri, nell'approvvigionamento da mercati esteri.

Skills associated with function:

Capacità di analizzare le dinamiche dei mercati esteri e dei sistemi paese, di predisporre piani di azione e di marketing internazionale, di comunicazione nelle lingue straniere.
Capacità di interazione all'interno delle organizzazioni che estendono la loro attività sui mercati esteri, di analisi delle condizioni di accessibilità ed attrattività dei mercati esteri, di selezione e segmentazione dei mercati esteri, di definizione dei canali di entrata e di distribuzione sui mercati eteri, di apertura e gestione delle relazioni con gli interlocutori ed operatori internazionali, di monitoraggio e controllo delle attività svolte sui mercati esteri.

Job oppotunities:

Imprese manifatturiere e commerciali e di servizi che intrattengono relazioni economiche con i mercati esteri. Società di consulenza per l'internazionalizzazione delle imprese. Istituzioni ed enti che svolgono attività di sostegno ai processi di internazionalizzazione delle imprese.

Responsabile in imprese di logistica trasporti e servizi di supporto all'export

Function in a job context:

Funzioni di responsabilità o staff all’interno di imprese che svolgono attività di logistica, trasporto e supporto alle imprese nello svolgimento del processo esportativo.

Skills associated with function:

Capacità di interazione all'interno delle organizzazioni che estendono la loro attività sui mercati esteri, di analisi delle condizioni di accessibilità ‘’fisica’’ ai diversi mercati esteri, di individuazione delle modalità di trasporto e termini di resa delle merci, in termini economicità, velocità e sicurezza del trasporto delle merci.

Job oppotunities:

Imprese di logistica, trasporto, spedizioni internazionali via terra, mare e cielo.

Esperto nell'accompagnamento delle imprese per l'ingresso nei mercati esteri

Function in a job context:

Funzioni di responsabilità o staff all’interno di Società, Organizzazioni con sede in Italia ed una rete di filiali e/o uffici a livello internazionale a supporto dell’attività di export e di produzione sui mercati esteri.

Skills associated with function:

Capacità di interazione con le imprese impegnate nelle attività estere, di definizione delle forme di presenza e relazioni con soggetti terzi, assistenza in loco, e negoziazione/comunicazione in lingue estere.

Job oppotunities:

Società di consulenza internazionale, ICE, SACE, SIMEST

Responsabile trade finance

Function in a job context:

Funzioni di responsabilità o staff all’interno di Istituti di credito, nella istruzione e gestione delle pratiche connesse all’esportazione, definizione delle forme di pagamento, copertura dei rischi e più in generale di tutte le attività connesse al trade finance.

Skills associated with function:

Capacità di interazione con le imprese impegnate nelle attività estere, di proporre le diverse forme di pagamento, di protezione e assicurazione dei crediti, di redazione della documentazione relativa all’esportazione ed all’incasso dei crediti.

Job oppotunities:

Istituti di credito e Istituzioni finanziarie nazionali ed internazionali.

Esperto in import/export con paesi esteri

Function in a job context:

Funzioni di responsabilità o staff nell'area commerciale estera di una impresa industriale/commerciale che intrattiene rapporti di compravendita (import/export) con paesi esteri.

Skills associated with function:

Capacità di analizzare le dinamiche dei mercati esteri, intrattenere e sviluppare relazioni con controparti estere, negoziare e portare a termine trattative commerciali.
Capacità di comunicazione in lingue straniere, di analisi delle condizioni di accessibilità ed attrattività dei mercati esteri, di definizione dei canali di entrata e di distribuzione sui mercati esteri.

Job oppotunities:

Imprese manifatturiere e commerciali e di import/export.

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)

  1. Specialisti nell’acquisizione di beni e servizi (2.5.1.5.1)
  2. Specialisti nella commercializzazione di beni e servizi (escluso il settore ICT) (2.5.1.5.2)
  3. Specialisti nella commercializzazione nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (2.5.1.5.3)
  4. Analisti di mercato (2.5.1.5.4)
  5. Specialisti dei sistemi economici (2.5.3.1.1)
  6. Specialisti dell'economia aziendale (2.5.3.1.2)
  7. Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze economiche e statistiche (2.6.2.6.0)
  8. Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze politiche e sociali (2.6.2.7.2)

Il Corso si propone di formare laureati in grado di svolgere funzioni manageriali complesse di gestione strategica, commerciale e organizzativa nelle imprese che operano nei mercati internazionali. Più in dettaglio, il corso si propone di formare laureati che sappiano:
- progettare e gestire le politiche commerciali e di marketing delle imprese sui mercati internazionali, utilizzando adeguati modelli di analisi e strumenti di valutazione appropriati per misurare il valore dei diversi mercati e clienti;
- gestire gli strumenti finanziari, organizzativi e giuridici necessari alla operatività dell'impresa sui contesti internazionali di mercato;
- analizzare in modo professionale i mercati internazionali, potendo anche operare come esperti in istituzioni ed enti che offrono servizi a sostegno dell'internazionalizzazione delle imprese;
- usare le principali metodologie e tecniche di analisi quantitativa per la gestione delle imprese e per la valutazione dei mercati.
Il percorso formativo si articola in una prima fase nella quale sono appresi i concetti e le tecniche per la formulzione delle strategie di internazionalizzazione (strategie di crescita, modelli di entrata, specifici problemi di gestione strategica delle imprese internazionali). Lo studio delle problematiche relative alla produzione su scala globale, le scelte di IDE, i modelli di network internazionale, da un lato, e dei principali modelli di comportamento competitivo in ambienti economici complessi, dall'altro, completano le basi conoscitive di questa prima fase del corso, assieme a specifici insegnamenti relativi ai temi della contrattualistica internazionale e dei sistemi informativi a supporto dei processi decisionali di internazionalizzazione. Il secondo anno approfondisce i temi della gestione commerciale internazionale, dei modelli organizzativi delle imprese internazionali, delle strumentazioni quantitative per l'analisi competitiva e affronta un'analisi evoluta delle modalità di integrazione internazionale dei sistemi industriali locali.
L'intento finale è quello di formare un laureato in grado di:
- sapere risolvere problemi manageriali tipicamente caratterizzati da elevati grado di complessità in ragione della notevole varietà dei contesti internazionali;
- comprendere, analizzare e sviluppare, anche in termini di ricerca, in modo originale, i temi connessi con le relazioni con clienti e finanziatori internazionali, con il funzionamento dei mercati in un contesto globale.

Autonomia di giudizio

Alla fine del corso, gli studenti sono in grado di operare in modo autonomo e con le adeguate metodologie:
- la selezione dei mercati più accessibili e attrattivi;
- progettare politiche di marketing coerenti con i contesti socio-culturali e competitivi dei singoli paesi;
- valutare i costi, i rischi e i potenziali benefici connessi a specifici progetti di investimento internazionale;
- disegnare in modo autonomo e articolato – anche all'interno di team di lavoro - soluzioni a specifici problemi manageriali a partire da basi informative parziali e disperse.
Questa capacità risulta rafforzata grazie alla predisposizione nel percorso formativo di specifici momenti di sperimentazione applicativa in tema di analisi di impresa, problematiche finanziarie e organizzative di investimenti esteri, attrattività dei mercati. In particolare, gli studenti dovranno misurarsi con problemi di international management a basso grado di strutturazione, utilizzando fonti informative incomplete, eterogenee in termini di supporto e variamente distribuite.

Abilità comunicative

Tutti i laureati, alla fine del corso, saranno in grado di produrre testi, valutazioni strutturate, rapporti di ricerca, business plan e di formulare strategie e procedure relative alla gestione dell'impresa internazionale. Sapranno redigere questi prodotti comunicativi anche in lingua inglese. Disporranno infatti delle competenze linguistiche che consentono loro di muoversi agevolmente e comunicare in modo adeguato in un contesto internazionale di pratica. L'offerta di una specifica formazione di lingua cinese arricchisce gli skill comunicativi previsti dal corso. La discussione di casi, lo svolgimento di esercitazioni e simulazioni e la redazione della tesi di laurea costituiscono anche strumenti di formazione e di verifica delle capacità comunicative degli studenti. Questi potranno beneficiare di momenti formativi presso università e organizzazioni estere. In particolare, per quanto riguarda la tesi di laurea il corso prevede la possibilità che essa sia svolta in lingua straniera.

Capacità di apprendimento

I laureati magistrali in Management Internazionale durante il loro percorso di studi acquisiscono concetti e strumenti disciplinari evoluti anche grazie alla capacità di utilizzare banche dati, fonti informative e altro materiale didattico in lingua inglese. Ciò consentirà di favorire anche una propensione all'attività di ricerca sia in ambito professionale che accademico, un'apertura mentale capace di misurarsi con la continua evoluzione dei contenuti disciplinari, dei contesti operativi, delle metodologie manageriali. Queste basi conoscitive permettono inoltre ai laureati di proseguire gli studi con un dottorato di ricerca.

Risultati di apprendimento attesi: conscenza e comprensione, capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Area economica

Conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale in International Management possiede conoscenze avanzate nei seguenti campi:
- economia ed economia internazionale
- analisi empirica dei fenomeni economici, a livello aggregato e dell'impresa
- economia industriale, dei sistemi manifatturieri e dei servizi avanzati

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento viene effettuata con diverse modalità: le prove d'esame scritte e/o orali e altre attività quali la redazione e discussione di relazioni; indagini statistiche ed econometriche di casi reali, la partecipazione ad attività seminariali, di laboratorio e visite aziendali. Momento finale di verifica è costituito dalla redazione della tesi.

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale in International Management deve essere in grado di applicare le conoscenze e la capacità di comprensione acquisite per:
- svolgere ricerca sui temi dell’economia, dell'economia internazionale e dei mercati globali;
- raccogliere, elaborare e analizzare ampie basi di dati di economia internazionale, industriale, e di politica economica;
- interagire con ambiti disciplinari differenti (accademici, istituzionali e del mondo reale e produttivo).

Il raggiungimento della capacità di applicare la conoscenza e di comprensione avviene tramite lo studio individuale, lo svolgimento di applicazioni, analisi empiriche multivariate, simulazioni, e svolgimento di progetti individuali e/o di gruppo, previsti nell'ambito degli insegnamenti. L’attività di laboratorio prevista da alcuni insegnamenti, oltre che durante la preparazione della tesi rafforza la capacità di applicare quanto appreso.

Area aziendale

Conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale in International Management possiede conoscenze di economia e gestione delle imprese ed organizzazione aziendale relative a:
- strategie di impresa, sia con riferimento alle modalità competitive e di crescita e sviluppo nei diversi contesti di mercato;
- strategie di internazionalizzazione sui mercati esteri, declinate sotto il profilo della direzione geografica, della forma organizzativa e delle implicazioni di natura economica ed organizzativa;
- strategie e tecniche di Trade Marketing finalizzate a rafforzare la relazione tra il mondo della produzione e della distribuzione-consumo, tramite un'efficace ed efficiente gestione delle politiche di canale e delle relazioni con i clienti intermedi;
- strategie e tecniche di Sales Management per gestire in modo ottimale la forza vendita, il processo di vendita e l’attività della rete commerciale;
- modelli di gestione delle risorse umane e delle forme organizzative che supportano le strategie internazionali delle imprese.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso le prove d'esame scritte e/o orali, nonché attraverso attività, previste dagli insegnamenti, che comprendono la redazione e discussione di casi di studio, lavori di gruppo, presentazioni in aula, relazioni sintetiche su seminari e interventi di operatori aziendali piuttosto che rispetto alle visite aziendali organizzate in alcuni insegnamenti del corso. La partecipazione a Challenge e business case organizzati da primarie imprese nazionali e multinazionali sono incentivate. Momento finale di verifica è costituito dalla redazione della tesi.

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale in International Management deve essere in grado di applicare le conoscenze e le capacità di comprensione acquisite per:
- valutare e gestire le problematiche che investono le imprese nei loro processi competitivi, di sviluppo e crescita in ambito settoriale ed ancor più internazionale;
- suggerire adeguate decisioni, linee d’azione e modalità operative per orientare le scelte strategiche e le politiche gestionali dell’azione di mercato;
- formulare in modo autonomo e critico valutazioni sulla qualità degli indirizzi che guidano la condotta dell’impresa e la sua azione sul mercato internazionale nonché sulle performance conseguite,
- porre in atto azioni concrete per raggiungere gli obietti strategici dell'impresa implementando corrette politiche manageriali e di marketing;
- comprendere l’adeguatezza delle strutture e forme organizzative che sostengono l’azione delle imprese sul mercato internazionale.

Il raggiungimento della capacità di applicare la conoscenza e di comprensione avviene tramite lo studio individuale, le applicazioni a studi di caso e lo svolgimento di progetti individuali e/o di gruppo, la discussione di casi aziendali, il coinvolgimento di esperti ed operatori aziendali, visite in azienda piuttosto che partecipazioni a challenge e business case aziendali previsti nell'ambito degli insegnamenti.

Area statistico-matematica

Conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale in International Management possiede conoscenze di matematica e statistica relative a:
- algebra lineare, calcolo per funzioni di più variabili, equazioni alle differenze ed equazioni differenziali
- identificazione delle fasi del processo di ricerca, degli strumenti di misura dei concetti e di raccolta dei dati, tecniche elementari di: campionamento, inferenza statistica, regressione lineare, analisi delle componenti principali, analisi fattoriale, e analisi di raggruppamento.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso le prove d'esame scritte e/o orali, nonché attraverso la redazione di relazioni, simulazioni ed applicazioni di calcolo svolte in laboratorio così come previste dagli insegnamenti.

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale in International Management deve essere in grado di applicare le conoscenze e la capacità di comprensione acquisite per svolgere i seguenti task:
- raccolta, elaborazione e presentazione dei dati, col fine di supportare le azioni di controllo e le decisioni aziendali con particolare attenzione all'area commerciale e vendite;
- presentazione dei principali software e studio delle principali tecniche di Data, Text Mining e Sistemi Esperti,
- risoluzione di sistemi di equazioni lineari e di ottimizzazione in piu` variabili;
- impostazione del piano di indagine e di campionamento;
- esecuzione di test statistici, regressioni lineari e analisi fattoriali.

Il raggiungimento della capacità di applicare la conoscenza e di comprensione avviene tramite lo studio individuale, le applicazioni a studi di caso e lo svolgimento di progetti individuali e/o di gruppo, esercitazioni in laboratorio previsti nell'ambito degli insegnamenti.

Area giuridica

Conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale in International Management possiede:
- conoscenze di base nel campo del diritto dei contratti internazionali, con specifico riferimento alle regole del diritto internazionale privato, del diritto uniforme e della Lex Mercatoria,
- conoscenze sulle leggi applicabili alle obbligazioni e alle figure contrattuali di particolare rilevanza nell'attuale scenario dei rapporti economici internazionali.
- conoscenze di base sull'arbitrato internazionale e le regole di diritto internazionale privato sulle insolvenze transfrontaliere.


La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso le prove d'esame scritte e/o orali, nonché attraverso attività, specificamente previste dagli insegnamenti, quali interventi di esperti e seminari tematici.

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale in International Management deve essere in grado di applicare le conoscenze e la capacità di comprensione acquisite per:
- individuare e analizzare il quadro normativo che disciplina le attività delle imprese sui mercati esteri,
- conoscere le fonti normative e le leggi applicabili alle obbligazioni e alle figure contrattuali in ambito del diritto dei contratti internazionali.

Il raggiungimento della capacità di applicare la conoscenza e di comprensione avviene tramite lo studio individuale, le applicazioni a studi di caso e lo svolgimento di progetti individuali e/o di gruppo, previsti nell'ambito degli insegnamenti.

Area linguistica

Conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale in Management internazionale consegue una conoscenza avanzata e obbligatoria della lingua inglese specifica alle discipline economiche, aziendali e manageriali e una conoscenza di base della lingua cinese. Con riferimento alla lingua inglese lo studente deve essere in grado di:

- disporre di un livello avanzato dell’uso della lingua scritta nell’ambiente business e communication,
- disporre di solide competenze di tipo grammaticale e lessicale da applicare nella comunicazione scritta in ambito professionale,
- esibire abilità e buona capacità di controllo delle attività di lettura, scrittura e di espressione orale.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso le prove di esami e di verifica svolte al termine delle lezioni, delle lezioni di lettorato condotte da un esperto di madrelingua inglese e delle esercitazioni tenute dai collaboratori ed esperti linguistici di madrelingua inglese.
Sempre con riferimento alla lingua inglese, occorre aggiungere la presenza di altri insegnamenti proposti anch’essi in lingua inglese.

Relativamente alla lingua cinese il livello di conoscenza raggiunto va considerato di livello base e lo studio da parte dello studente è facoltativo.

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Il laureato magistrale in Management internazionale deve essere in grado di applicare le conoscenze e la capacità di comprensione acquisite per:
- leggere e comprendere testi, articoli e documenti di natura economica e di business in lingua inglese,
- comprendere lezioni, conferenze o seminari in lingua inglese su argomenti e temi economici, e di business e di marketing internazionale,
- gestire delle relazioni in ambito commerciale e comunicativo in ambiente internazionale.

Il raggiungimento della capacità di conoscenza e di comprensione avviene tramite certificazione della padronanza della lingua inglese di livello B2 al momento dell’iscrizione al corso di laura magistrale, lo studio individuale, la frequenza obbligatoria al corso di lingua inglese e la frequenza degli altri insegnamenti del corso di laurea magistrale impartiti in lingua inglese. Esperienze di studio all’estero (Erasmus, Erasmus placement, stage all’estero) concorrono a consolidare la padronanza della lingua inglese.

Course director:
Elisa MARTINELLI

Tutors:
Lara LIVERANI