You are here: Home » Degree programme.

Società e cultura

Corso di Laurea in ECONOMIA AZIENDALE

Dipartimento di Economia "Marco Biagi"



  • Course in brief
  • Admission requirements
  • Prospects
  • Overview
  • Learning outcomes
  • Contacts

Study plan

Il corso di laurea in Economia aziendale offre una formazione che risponde alle esigenze di diverse tipologie di imprese.
Le competenze acquisite dai laureati nel corso degli studi possono infatti essere adattate in modo flessibile ad una pluralità di collocazioni ed esigenze richieste provenienti dal mondo del lavoro. Il tessuto economico e finanziario locale, costituito da realtà molto dinamiche e con una forte propensione all'internazionalizzazione e ai rapporti con l'estero è, da sempre, attento nella ricerca di figure professionali dotate delle abilità rese necessarie dall'evoluzione dell'ambiente economico e sociale in cui vivono. Proprio al fine di consentire scelte funzionali al soddisfacimento delle preferenze individuali e, allo stesso tempo, coerenti con le richieste del mondo del lavoro, il percorso di laurea offre la possibilità agli studenti di acquisire competenze diversificate sia in ambito organizzativo-gestionale che amministrativo-finanziario e creditizio. Il corso di laurea prevede l'applicazione delle conoscenze apprese attraverso lo svolgimento di attività esterne con tirocini formativi presso aziende, banche ed organizzazioni sia pubbliche sia private, nazionali ed internazionali. Il tirocinio, della durata di circa due mesi, è svolto sotto la supervisione di un tutor universitario e di un tutor aziendale; al termine è prevista la stesura di una relazione indispensabile per il conseguimento del titolo di studio.
Nel corso del primo anno e della prima parte del secondo si acquisisce una solida preparazione di base delle discipline economiche, giuridiche, matematico-statistiche ed aziendali. Nei rimanenti tre semestri il percorso formativo è strutturato per sviluppare competenze specifiche in diversi ambiti disciplinari, tra cui quelli del management e della finanza. Lo studente, tenuto conto dei propri interessi e delle proprie attitudini, potrà approfondire l'ambito riguardante le principali funzioni aziendali, con particolare attenzione agli aspetti amministrativi, di programmazione e controllo, organizzativi, giuridico-fiscali, con specifico riferimento al mondo delle piccole e medie imprese, oppure potrà fare scelte specifiche riguardanti della finanza d'impresa, della struttura e il funzionamento dei mercati finanziari e del sistema creditizio e della gestione delle banche.
Grazie agli strumenti metodologici forniti e alle numerose esperienze applicative condotte durante il corso, i laureati in Economia aziendale sono in grado di individuare e risolvere i principali problemi che si presentano nella gestione aziendale e di applicare le conoscenze acquisite in diversi ambiti professionali. Grande attenzione è dedicata alle abilità relazionali che, sviluppate in occasione delle differenti attività formative, consentono di comunicare ed interagire efficacemente con gli interlocutori aziendali. I laureati, dotati delle competenze per affrontare le differenti tematiche e i vari ambiti della gestione aziendale, trovano possibili ambiti occupazionali in imprese di diverse dimensioni, in società di revisione aziendale, in società di consulenza, in gruppi bancari e società finanziarie, in studi professionali (di commercialisti, consulenti del lavoro, consulenti fiscali, ecc.) e in istituzioni pubbliche e no-profit.

Conoscenze richieste per l´accesso;

Per essere ammessi al Corso di laurea in Economia aziendale occorre essere in possesso dei titoli di studio previsti dalla normativa vigente in materia.
Sono inoltre richieste e verificate, mediante un test d'ingresso, buone capacità di ragionamento logico, competenza nella comprensione di testi in lingua italiana, conoscenze di base di matematica.
Il corso di studi prevede un numero programmato d'iscritti pari a 230. Il bando di ammissione viene pubblicato sul sito del Dipartimento di Economia.
L'esito della verifica può comportare l'attribuzione di obblighi formativi aggiuntivi in ambito matematico da soddisfare entro il primo anno di corso.

Modalità di ammissione

Il corso di laurea in Economia aziendale è a numero programmato e prevede il TOLC-E (Test On Line CISIA) come titolo necessario per partecipare alle selezioni.
Per accedere al corso è necessario seguire alcuni passi:
1. iscriversi al Test TOLC-E e sostenerlo nella data e nella sede prescelta;
2. iscriversi alla selezione prevista dal bando per essere inseriti nella graduatoria
3. attendere l'esito delle graduatorie e poi effettuare l'immatricolazione
Le informazioni in dettaglio su tutti i passi da seguire per iscriversi al corso sono contenute nel bando di ammissione.
Il corso prevede che lo studente sostenga il TOLC-E. Per sostenere il TOLC-E è necessario registrarsi sul Portale del Cisia e iscriversi al test.
Lo studente può sostenere il TOLC-E presso qualsiasi università aderente al CISIA (il calendario completo delle prove TOLC per sede e data è consultabile sul sito Cisia)
Il Dipartimento di Economia Marco Biagi organizza il test TOLC-E a partire dal mese di febbraio 2018 fino a settembre 2018.

La prova consiste nel rispondere a 36 quesiti, suddivisi nelle seguenti aree:
-Logica: 13 quesiti, per rispondere ai quali sono dedicati 30 minuti
-Comprensione verbale: 10 quesiti, per rispondere ai quali sono dedicati 30 minuti
-Matematica: 13 quesiti, per rispondere ai quali sono dedicati 30 minuti
La durata totale della prova è quindi di 90 minuti. I tempi parziali e totali sopra descritti sono prescrittivi. Per ciascun quesito il testo propone 5 risposte (A,B,C,D,E), una sola delle quali è esatta. Il punteggio attribuito è il seguente:
1 punto se la risposta è esatta
0 punti se manca la risposta
-0.25 punti se la risposta è sbagliata
Il punteggio massimo attribuibile alla prova è di 36 punti.
Dopo aver sostenuto il TOLC-E, per partecipare alla selezione è necessario registrarsi sul sito di Ateneo (Esse3) seguendo le modalità e i termini perentori indicati nel bando di ammissione.
La selezione non prevede ulteriori prove ma consiste unicamente nell'inserimento nella graduatoria di merito per l'accesso al Corso di studio, sulla base del punteggio TOLC-E ottenuto (70%) e del voto di maturità (30%).
Agli studenti ammessi che ottengono nell'area di Matematica del TOLC un punteggio uguale o inferiore a 6/13 è assegnato un debito formativo che dovrà essere assolto entro luglio 2019. Solo dopo aver assolto tale debito si potrà sostenere l'esame di Matematica e matematica finanziaria, previsto nel primo anno di corso. Coloro che non assolveranno il debito entro luglio 2019 verranno iscritti nell'anno accademico 2019/20 al primo anno di corso come “ripetenti”.

Il profilo professionale associa una solida preparazione statistico-matematico-giuridica di base alle competenze economico-aziendali e agli strumenti professionalizzanti che permettono di individuare e risolvere i principali problemi che si presentano nella gestione aziendale e di applicare le conoscenze acquisite in diversi ambiti professionali. Il profilo professionale presenta le caratteristiche per l'avvio di una carriera nell'ambito della direzione di imprese commerciali, industriali e di servizi, di banche e società finanziarie e di altri enti e organizzazioni.

Function in a job context:

I laureati in Economia Aziendale acquisiscono competenze relative alle tematiche più ampie della gestione aziendale, in particolare:
- funzioni amministrative, di controllo, di tesoreria e finanza;
- funzioni organizzative e di gestione del personale;
- funzioni commerciali e di marketing;
- diverse aree funzionali nelle istituzioni pubbliche dove sono richieste figure che si occupano di contabilità, produzione, gestione e controllo dei servizi;
- funzioni di analisi e consulenza in società di revisione, società di consulenza o studi professionali.

Skills associated with function:

Tutti gli sbocchi professionali in cui occorrono:
- competenze relative a finanza d’impresa, struttura e funzionamento dei mercati finanziari, prodotti, attività e funzionamento delle banche e del sistema creditizio (filiali di banche, uffici di direzione generale, uffici specialistici, ecc.);
- conoscenze specifiche riguardanti le principali funzioni aziendali, con una particolare riferimento agli aspetti contabili, di programmazione e controllo, organizzativi, giuridici e fiscali delle imprese (uffici amministrativi, uffici della direzione finanziaria, uffici della direzione commerciale, uffici della direzione del personale, ecc.);
- conoscenze specifiche riguardanti la natura e l'attività e forme dell’impresa sociale, competenze organizzative e giuslavoristiche necessarie per la gestione delle relazioni di lavoro, la redazione del bilancio sociale e le politiche di esternalizzazione dei servizi pubblici (uffici di società cooperative, onlus e aziende non profit, studi di consulenza del lavoro, ecc.);
- competenze riguardanti l'attività di analisi e consulenza.

Job oppotunities:

Piccole, medie e grandi imprese industriali, commerciali e di servizi, pubbliche e private
Società di revisione aziendale
Società di consulenza alle imprese
Banche e società finanziarie
Studi di commercialisti
Pubblica amministrazione

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)

  1. Segretari amministrativi e tecnici degli affari generali (3.3.1.1.1)
  2. Contabili (3.3.1.2.1)
  3. Economi e tesorieri (3.3.1.2.2)
  4. Tecnici dell'organizzazione e della gestione dei fattori produttivi (3.3.1.5.0)
  5. Tecnici della gestione finanziaria (3.3.2.1.0)
  6. Tecnici del lavoro bancario (3.3.2.2.0)
  7. Agenti assicurativi (3.3.2.3.0)
  8. Agenti di borsa e cambio, tecnici dell’intermediazione titoli e professioni assimilate (3.3.2.5.0)
  9. Tecnici dei contratti di scambio, a premi e del recupero crediti (3.3.2.6.1)
  10. Tecnici della locazione finanziaria (3.3.2.6.2)

Introduzione alle aree di apprendimento in relazione alle destinazioni professionali (sintesi)

I laureati nei corsi di laurea della classe devono:
- possedere conoscenze di metodi di analisi e di interpretazione critica delle strutture, dei processi e delle dinamiche di azienda, mediante l'acquisizione delle necessarie competenze in più aree disciplinari: economiche, aziendali, giuridiche e quantitative;
- possedere un'adeguata conoscenza delle discipline aziendali, che rappresentano il nucleo fondamentale dell'Economia Aziendale, declinate sia per aree funzionali (la gestione, l'organizzazione, la rilevazione), sia per classi di aziende dei vari settori (manifatturiero, commerciale, dei servizi, della pubblica amministrazione).
Il Corso di Laurea in Economia Aziendale ha l'obiettivo di formare laureati che dispongono delle competenze manageriali necessarie per l'avvio di una carriera nell'ambito della direzione di imprese o altri enti e organizzazioni e che sono in grado di affrontare i problemi aziendali con visione globale, interdisciplinare ed integrata. Oltre ad acquisire una solida preparazione di base nelle discipline economiche, giuridiche, matematico-statistico e aziendali, i laureati sapranno applicare gli strumenti e le conoscenze appresi all'operatività economica, finanziaria ed organizzativa delle aziende manifatturiere, finanziarie, commerciali, di servizi, pubbliche o private, con una sfera operativa nazionale e internazionale.
Il percorso formativo è strutturato per sviluppare, anche in funzione del percorso di apprendimento scelto, competenze più specifiche nel campo dell'amministrazione, del controllo, della finanza e dell'organizzazione delle imprese, della gestione degli intermediari finanziari e dell'operatività dei mercati finanziari, della gestione e del controllo delle aziende pubbliche, delle aziende cooperative e delle imprese che operano nel terzo settore, ovvero delle imprese sociali, volte alla produzione di beni e servizi pubblici.
Il risultato finale del percorso formativo è un laureato che si caratterizza per un insieme di competenze amministrative, finanziarie, commerciali, organizzative e giuridiche che possono essere adattate in modo flessibile ad una pluralità di esigenze provenienti dal mondo delle imprese, delle istituzioni creditizie, delle istituzioni pubbliche e sociali.
Il corso di laurea, in relazione agli obiettivi specifici di formazione professionale ed agli sbocchi occupazionali, prevede l'applicazione delle conoscenze apprese attraverso lo svolgimento di attività esterne con tirocini formativi presso aziende ed organizzazioni pubbliche e private, nazionali ed internazionali.
I principali sbocchi occupazionali e le attività professionali previsti dal corso di laurea fanno riferimento: alle aziende, pubbliche e private, industriali, commerciali e finanziarie, dove i laureati in Economia Aziendale potranno svolgere funzioni manageriali o imprenditoriali, alle pubbliche amministrazioni e alle libere professioni dell'area economica.

Descrizione della struttura del percorso di studio
La struttura del corso di laurea si basa su un percorso unitario e un percorso articolato in panieri di materie e discipline. Detti percorsi:
- comprendono in ogni caso la necessaria acquisizione di conoscenze fondamentali nei vari campi dell'economia e della gestione delle aziende, nonché i metodi e le tecniche della matematica finanziaria e attuariale, della matematica per le applicazioni economiche e della statistica;
- comprendono in ogni caso l'acquisizione di conoscenze giuridiche di base e specialistiche negli ambiti della gestione delle aziende private o pubbliche;
- comprendono in ogni caso l'acquisizione di conoscenze specialistiche in tutti gli ambiti della gestione delle aziende pubbliche e private e delle amministrazioni pubbliche;
- possono prevedere la conoscenza in forma scritta e orale di almeno due lingue dell'Unione Europea, oltre all'italiano;
- prevedono, in relazione ad obiettivi specifici di formazione professionale ed agli sbocchi occupazionali, l'obbligo di attività esterne con tirocini formativi presso aziende e organizzazioni pubbliche e private nazionali e internazionali.

Variazioni del percorso di studio in funzione degli orientamenti che lo studente ha a disposizione
Il corso di laurea si struttura in quattro grandi aree tematiche: economica, aziendale, statistico-matematica e giuridica che comprendono insegnamenti di base e insegnamenti caratterizzanti con contenuti più specialistici. Lo studente deve seguire gli insegnamenti di base, obbligatori per tutti mentre ha a disposizione alcuni panieri che gli permettono di acquisire una preparazione più aziendale (Organizzazione aziendale, Marketing, Programmazione e controllo, Diritto Tributario, Diritto del lavoro, ecc.) oppure una preparazione a maggiore connotazione finanziaria con contenuti di gestione bancaria e degli intermediari finanziari (Economia delle Aziende di Credito, Economia del Mercato Mobiliare, Finanza aziendale, analisi finanziaria e corporate finance, Matematica finanziaria e attuariale ecc.)

Autonomia di giudizio

Il Corso di Laurea in Economia Aziendale, attraverso gli strumenti e le competenze pratiche e operative fornite per sviluppare l'analisi e la ricerca in ambito economico e gestionale, permette l'acquisizione e lo sviluppo di una propria autonomia di giudizio, per cui il laureato:
- è in grado di raccogliere, analizzare e interpretare le informazioni relative all'ambiente esterno e all'ambiente interno d'azienda, con particolare attenzione agli ambiti gestionali, organizzativi, amministrativi e finanziari;
- è in grado di formulare e formalizzare giudizi riguardanti situazioni e problemi aziendali;
- ha le conoscenze necessarie per inquadrare e risolvere i principali problemi che si presentano nella gestione aziendale attraverso l'impiego di adeguate metodologie.

L'autonomia di giudizio viene sviluppata e verificata mediante esercitazioni, seminari, preparazione di elaborati e, in occasione dell'attività di tirocinio, tramite la predisposizione della relazione in vista della prova finale.

Abilità comunicative

Il Corso di laurea in Economia Aziendale permette l'acquisizione di competenze e strumenti per lo sviluppo di adeguate abilità comunicative e relazionali.
In particolare, il laureato:
- sa esprimere concetti e argomentare, utilizzando opportunamente la terminologia tecnico-economica, sia con interlocutori esperti che non esperti della materia;
- sa comunicare con efficacia informazioni, idee, problemi e soluzioni con riferimento a fenomeni e situazioni aziendali;
- sa comunicare nell'ambito di una trattativa commerciale, sindacale o di dialogo sociale;
- sa redigere una relazione scritta su argomenti di natura economico-gestionale, così come sa esporlo a voce utilizzando le tecniche multimediali.

Le abilità comunicative sono incoraggiate e sviluppate in occasione delle attività formative che prevedono, anche attraverso il lavoro di gruppo, la preparazione di relazioni scritte e la loro esposizione orale con l'ausilio di strumenti informatici. L'acquisizione delle abilità comunicative è prevista, inoltre, in occasione dello svolgimento del tirocinio e tramite l'attività svolta dallo studente per la discussione della prova finale.

Al fini di sviluppare e consolidare la conoscenza della lingua inglese e, in particolare, la padronanza del linguaggio specialistico relativo alle materie economiche ed aziendali, sono previste apposite attività formative con relativa prova di verifica.

Capacità di apprendimento

Al termine del percorso formativo, il laureato in Economia Aziendale ha sviluppato e consolidato le abilità di apprendimento necessarie per affrontare ulteriori studi universitari e post-universitari con un alto grado di autonomia.

Le capacità di apprendimento sono conseguite nel percorso di studio nel suo complesso e valutate attraverso forme di verifica continua durante le attività formative. Esercitazioni, lavori di gruppo, elaborati di carattere individuale mettono alla prova le capacità di comprensione e di approfondimento di singoli temi, di analisi critica e di confronto.

Risultati di apprendimento attesi: conscenza e comprensione, capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Economica

Conoscenza e comprensione

I corsi introduttivi di area economica forniscono agli studenti gli elementi fondamentali per comprendere i meccanismi di funzionamento delle moderne economie di mercato. Le conoscenze di base di area microeconomica riguardano il comportamento dei consumatori e delle imprese, la formazione dei prezzi, le varie forme di mercato (concorrenza, monopolio, oligopolio), la teoria dei giochi, l’equilibrio generale, il concetto di efficienza. Nell’ambito macroeconomico, le conoscenze di base riguardano il reddito nazionale, la disoccupazione, l’inflazione, il ciclo economico, gli scambi con l’estero e il ruolo della politica fiscale e monetaria. Infine, nell’ambito della scienza delle finanze le conoscenze fondamentali riguardano le forme di fallimento del mercato ed il ruolo dell’intervento pubblico per contrastarle, il bilancio dello Stato ed i suoi effetti sull’economia, gli effetti distorsivi e distributivi delle imposte e la struttura dettagliata del sistema tributario italiano.

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Gli studenti dovranno essere in grado di applicare gli strumenti analitici appresi nell’interpretazione dei fenomeni economici oggetto di dibattito. Verranno sviluppate le capacità di risolvere problemi di ottimizzazione e di scelta dei soggetti economici, sia con strumenti matematici che con rappresentazioni grafiche, di ragionare in termini di vincolo di bilancio e costo opportunità, di saper interpretare il senso ed il ruolo dell’intervento pubblico in un contesto micro o macro, in determinati casi anche con un’adeguata e semplice formalizzazione, di saper leggere con spirito critico documenti di enti pubblici o privati di contenuto economico, di sapere dove trovare e come elaborare i dati necessari per studiare un certo problema economico.

Aziendale

Conoscenza e comprensione

I corsi introduttivi hanno l’obiettivo di sviluppare negli studenti la conoscenza di alcuni temi fondamentali dell’economia aziendale, così che essi possano disporre delle principali chiavi di lettura dei fenomeni riferibili alla vita delle aziende di produzione industriale e dei servizi. Sono fornite le conoscenze di base nell’ambito della rilevazione contabile del bilancio, della gestione strategica d’impresa e dei sistemi e intermediari finanziari, con i primi riferimenti anche ai concetti essenziali dell’organizzazione, del marketing, della finanza e delle altre funzioni aziendali.

Agli insegnamenti di base obbligatori si aggiungono due insegnamenti, Economia aziendale 2 (Bilancio, temi avanzati di bilancio) e Finanziamenti d’azienda che forniscono l’approfondimento delle tematiche inerenti i criteri di valutazione delle principali poste di bilancio d’esercizio, secondo la normativa civilistica italiana, e dell’analisi dello sviluppo e aggregazioni delle realtà aziendali attraverso le principali operazioni straordinarie (cessioni, conferimenti, scissioni e fusioni) affrontate sia nel loro aspetto giuridico sia nelle loro problematiche contabili e l’approfondimento delle conoscenze relative alla dinamica del fabbisogno finanziario e all’ottimizzazione della sua copertura attraverso fonti finanziarie esterne, tipicamente bancarie.
Nell’ambito dei panieri di insegnamenti si possono individuare due percorsi di apprendimento, uno orientato alla gestione delle aziende industriali e commerciali, l’altro, sempre nell’ambito dell’Economia Aziendale, più spiccatamente orientato alle tematiche finanziarie e di mercato e alla gestione delle banche e degli intermediari finanziari.
Nel primo percorso, lo studente acquisisce conoscenze più specialistiche in merito a:
- l’organizzazione aziendale e ai principali processi produttivi, amministrativi e commerciali delle aziende;
- le metodologie e alle modalità dei processi di pianificazione e controllo delle aziende;
- il comportamento di mercato delle imprese, con particolare riferimento alla gestione delle leve operative di marketing;
- le tematiche di corporate finance e alle metodologie con cui si conduce l’analisi finanziaria delle imprese.
Nel secondo percorso, quello più finanziario, lo studente acquisisce conoscenze in merito a:
- la gestione e i principi dell’economia delle aziende di credito, sia sotto un profilo gestionale che regolamentare e di risk management;
- i principali strumenti di mercato, il funzionamento delle negoziazioni sui mercati regolamentati e i principi di valutazione del valore delle attività mobiliari;

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Negli insegnamenti di base gli studenti apprendono i concetti e il linguaggio dell'analisi aziendale e cominciano a sviluppare un primo senso critico per l’interpretazione dei fenomeni di impresa. Nei diversi ambiti disciplinari dell’economia aziendale gli studenti acquisiscono competenze per comprendere la metodologia contabile, operare valutazioni di convenienza economica, analizzare i lineamenti fondamentali di settori e mercati, valutare il legame tra risorse d’impresa e vantaggio competitivo, capire il funzionamento di base dei mercati finanziari e delle banche, riconoscere le modalità di utilizzo di servizi e prodotti bancari e dei principali strumenti finanziari.
Il corso di Economia aziendale 2 (Bilancio, temi avanzati di bilancio) fornisce competenze in merito alla valutazione delle poste di bilancio e del capitale d’impresa nell’ambito di operazioni straordinarie (costituzione, fusione, acquisizione, scissione, trasformazione e liquidazione volontaria).
Il corso di finanziamenti d’azienda fornisce agli studenti competenze in merito alle valutazioni di convenienza delle differenti alternative di finanziamento delle imprese, all’analisi dei bisogni finanziari delle imprese e alle determinanti del rischio di credito e del pricing delle banche.
I due percorsi di apprendimento forniscono:
- in ambito aziendale, le competenze fondamentali di analisi e progettazione organizzativa, di analisi del mercato e dei segmenti di clientela target a cui fornire risposte in termini di corretto marketing mix di prodotto, pricing, distribuzione e strategie comunicative, di pianificazione dell’attività aziendale, di individuazione dei corretti obiettivi e di misurazione della performance aziendale, di analisi e di valutazione dell’equilibrio finanziario dell’impresa attraverso l’analisi di bilancio, di misurazione e comprensione della dinamica finanziaria e di gestione del rischio di cambio;
- in ambito finanziario-bancario, le competenze fondamentali di gestione bancaria, di interpretazione regolamentare, di valutazione del merito creditizio delle imprese, di valutazione degli strumenti di mercato, di negoziazione degli strumenti finanziari all’interno dei mercati regolamentati e di interpretazione dei report specialistici predisposti dagli analisti.

Statistico-matematica

Conoscenza e comprensione

Le conoscenze matematiche di base riguardano tre principali ambiti: algebra lineare (calcolo matriciale e risoluzione di sistemi di equazioni lineari), calcolo (calcolo differenziale per funzioni di una e due variabili e calcolo integrale), matematica finanziaria (capitalizzazione e attualizzazione, rendite, ammortamenti, investimenti e finanziamenti in condizioni di certezza).
Le conoscenze statistiche di base riguardano la statistica descrittiva (distribuzioni, indici di posizione, indici di variabilità), la teoria della probabilità (variabili casuali discrete e continue, momenti, teoremi limite), l’inferenza statistica (campioni e distribuzioni campionarie, teoria degli stimator, test di ipotesi) e il modello di regressione lineare semplice.
L’insegnamento di matematica finanziaria e attuariale approfondisce le conoscenze della matematica finanziaria-attuariale, con particolare attenzione alle relazioni esistenti tra matematica finanziaria-attuariale, teoria contabile e corporate finance.

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Capacità di utilizzare del linguaggio simbolico matematico e statistico nello studio e nella formalizzazione dei problemi economici, finanziari ed aziendali; capacità di applicare gli strumenti matematici nell’analisi e nell’ottimizzazione dei processi economici, finanziari ed aziendali; capacità e di individuare un adeguato modello statistico per la rappresentazione di dati e di utilizzare le principali distribuzioni di probabilità, capacità di eseguire test statistici e di stimare un modello di regressione lineare semplice.
Le competenze legate agli insegnamenti più specialistici riguardano l’applicazione della matematica finanziaria e attuariale in campo aziendale attraverso la capacità di determinare e scegliere gli indicatori di rendimento più adeguati e applicare la corretta metodologia per le valutazioni di convenienza e di ottimizzazione delle scelte aziendali.

Giuridica

Conoscenza e comprensione

I corsi introduttivi mirano a fornire allo studente una serie di nozioni e di strumenti conoscitivi elementari del fenomeno giuridico il cui apprendimento risulta propedeutico allo studio delle diverse materie della medesima area che verranno impartite negli anni successivi ed utile per ogni insegnamento, anche di natura extra giuridica, che a quelle nozioni faccia esplicito od implicito riferimento. In quest’ottica, pertanto, sono fornite conoscenze di base relative alla teoria generale del diritto, al sistema delle fonti ed alla struttura costituzionale dello Stato, alle regole fondamentali che presiedono ai rapporti tra soggetti privati (diritti, obblighi e responsabilità degli operatori economici e sociali), alla disciplina giuridica dell’impresa, dei titoli di credito e delle società.
Completano questo ambito, l’approfondimento delle conoscenze del diritto tributario e dell’ambito fiscale della gestione aziendale dove si acquisiscono le conoscenze basilari della materia che consentono allo studente di comprendere le ragioni che giustificano ed i meccanismi che regolano l'imposizione, nonché i principali tributi del nostro ordinamento fiscale, e del diritto del lavoro e della gestione dei rapporti con i propri dipendenti e altri collaboratori dell’azienda.

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

Negli insegnamenti di base gli studenti acquisiscono competenze atte a comprendere la realtà istituzionale in cui si inserisce ogni attività economica ed imprenditoriale, la capacità a livello elementare di operare tramite il linguaggio tecnico che contraddistingue l’agire giuridico, la capacità di utilizzare gli strumenti ermeneutici che consentono di individuare il significato prescrittivo delle fonti del diritto ed il contenuto proprio degli accordi tra privati e sviluppano un primo senso critico per la comprensione giuridica del fenomeno di impresa.
Negli insegnamenti più specialistici, gli studenti acquisiscono gli strumenti per inquadrare le problematiche fiscali, giuslavoristiche e riferite ai principali schemi contrattuali di riferimento d’impresa e societari.

Course director:
Elisabetta GUALANDRI

Tutors:
Enrica MASELLI