You are here: Home » Degree programme.

Società e cultura

Corso di Laurea Magistrale in LANGUAGES FOR COMMUNICATION IN INTERNATIONAL ENTERPRISES AND ORGANIZATIONS - LINGUE PER LA COMUNICAZIONE NELL'IMPRESA E NELLE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI

Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali



  • Course in brief
  • Admission requirements
  • Prospects
  • Overview
  • Learning outcomes
  • Contacts

Study plan

Il corso di laurea magistrale in Languages for communication in international enterprises and organizations prepara professionisti flessibili i quali, grazie alle solide competenze in almeno due lingue straniere europee e alle buone conoscenze di base in ambito giuridico ed economico, sono in grado di gestire con consapevolezza critica la comunicazione orale e scritta con interlocutori di diverse lingue e culture, nel contesto di aziende, amministrazioni pubbliche e organizzazioni internazionali.
Tutte le discipline sono insegnate in inglese, con l'eccezione dell'insegnamento 'Strategie linguistiche e strumenti digitali per la comunicazione istituzionale' che viene erogato in lingua italiana in quanto verte sull'Italiano per la comunicazione istituzionale, e le lingue straniere (sempre impartite nella lingua oggetto di studio).
Il corso, innovativo nel suo genere, permette di acquisire elevate competenze linguistiche insieme a conoscenze avanzate in ambito giuridico ed economico e conoscenze di base in ambito informatico per sviluppare competenze utili nella gestione della comunicazione digitale. Oltre alla biennalizzazione di due lingue (a scelta tra: inglese, francese, spagnolo o tedesco), esiste anche la possibilità di studiare, per un anno, una terza lingua a scelta tra russo e cinese. L'area giuridico-economica include, accanto all'ambito del Diritto privato comparato, anche discipline economiche ed aziendali. Oltre agli scambi Erasmus, gli iscritti alla Laurea Magistrale possono usufruire di borse di studio, frutto di convenzioni stipulate con importanti atenei in paesi al di fuori dell'Unione europea.
Grazie a interventi e testimonianze di esperti esterni, laboratori e gruppi di discussione per la traduzione e la mediazione tra le diverse lingue straniere, nonché ai tirocini formativi, curricolari e alla possibilità di effettuare periodi di studio all'estero, gli studenti possono acquisire competenze operative. In questo modo saranno capaci di inserirsi nel mondo del lavoro portando un valore aggiunto, e venendo incontro alle esigenze del territorio, che sempre più richiede professionisti multilingue che dispongano di competenze di base in ambito di comunicazione aziendale e giuridica, e siano consapevoli delle implicazioni legate alle differenze culturali.
L'attuale assetto del corso è il frutto di un processo di aggiornamento e revisione del corso di laurea specialistica in Comunicazione nell'impresa e nelle organizzazioni internazionali, istituito nel 2002.

Conoscenze richieste per l´accesso;

L'accesso al corso sarà possibile ai candidati che:
abbiano conseguito una laurea di I livello nelle classi: (D.M. 270/04) L-11, L-12, L-15, L-16, L-18, L-20, L-36, L-37 (oppure laurea D.M. 509/99 nelle classi 11, 3, 39, 19, 17,14, 15, 35; oppure laurea ante DM 509/99, di area linguistica), purché abbiano maturato almeno 20 CFU nell'ambito dei SSD delle lingue straniere (L-LIN/04, L-LIN/07, L-LIN/12, L-LIN/14) e 34 CFU nei SSD: L-LIN/01, L-LIN/03, L-LIN/05, L-LIN/06, L-LIN/10, L-LIN/11, L-LIN/13, L-FIL-LET/12, M-FIL/01, M-FIL/05, M-GGR/02, M-STO/04, SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/07, SECS-P/08, IUS/02, IUS/13.

Ai candidati in possesso di titolo di studio conseguito all'estero, è richiesto un titolo equipollente alla laurea di I livello, riconosciuto idoneo e il conseguimento di esami di lingua straniera quali francese, inglese, spagnola, tedesca.

Poiché il corso di studio è erogato interamente in lingua inglese, indipendentemente dalle lingue scelte per lo studio biennale, i candidati dovranno dimostrare una padronanza nella lingua inglese pari almeno al livello B2, comprovata da certificazione linguistica internazionale o da attestazione rilasciata dall'Ateneo di provenienza (Centro Linguistico o Dipartimento di afferenza), se non desumibile dal curriculum degli studi.

Il possesso da parte dei candidati delle conoscenze richieste per l'accesso sarà oggetto di verifica obbligatoria le cui modalità saranno precisate nel quadro A3.b, in conformità al Regolamento Didattico del CdS.

Modalità di ammissione

L'accesso al corso e' a numero programmato (n. 150 posti riservati a candidati italiani e stranieri con titolo di studio italiano, candidati europei ed extraeuropei regolarmente soggiornanti in Italia (non richiedenti visto) in possesso di un titolo di studio conseguito all'estero, n. 20 riservati a candidati/e extra UE residenti all'estero). Il possesso da parte dei candidati delle conoscenze richieste per l'accesso sara' oggetto di verifica obbligatoria attraverso le seguenti modalita', in conformita' al Regolamento Didattico del CdS:

a) I candidati italiani e stranieri con titolo di studio italiano, candidati europei ed extraeuropei regolarmente soggiornanti in Italia (non richiedenti visto) in possesso di un titolo di studio conseguito all'estero, devono effettuare in presenza una prova scritta per ciascuna delle due lingue straniere di studio a scelta (tra inglese, francese, spagnola, tedesca). Per risultare idoneo il candidato deve rispondere correttamente ad un congruo numero di quesiti. Una descrizione della struttura della prova di ammissione viene indicata nel bando, corredata da una prova simulata. La suddetta descrizione e' disponibile anche sul sito del Dipartimento alla pagina del corso di laurea (si veda il link a fine quadro).

b) I candidati europei ed extraeuropei non soggiornanti in Italia, in possesso di un titolo di studio straniero, devono dimostrare il possesso di competenze linguistiche nella prima e seconda lingua di studio a scelta (tra inglese, francese, spagnola, tedesca), attraverso documentazione oppure un colloquio (in persona o via Skype) con un docente di lingua straniera del Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali.

La Commissione preposta verifica che i/le candidati/e che hanno presentato domanda di ammissione possiedano i requisiti curriculari richiesti. L'esito della valutazione e' reso noto ai/alle candidati/e entro una data stabilita (per i 20 posti prima settimana di maggio 2022; per i 150 posti prima settimana di settembre 2022) mediante comunicazione pubblicata sul sito all'indirizzo www.unimore.it/bandi/StuLau-Avvisi.html.

I/le candidati/e che sono risultati idonei alla valutazione dei requisiti (bando per n. 150 posti) devono sottoporsi alla prova di ammissione, nelle due lingue straniere indicate nella domanda di ammissione (a scelta tra inglese, francese, spagnola, tedesca). Entro una data specifica (solitamente I o II settimana di settembre), mediante avviso consultabile al sito ww.unimore.it/bandi/StuLau-Avvisi.html sono comunicati: il giorno esatto di svolgimento della prova, la distribuzione effettiva dei candidati nell'aula, l'orario di presentazione per le procedure di identificazione.

Le suddette modalita' di ammissione sono dettagliatamente pubblicizzate, con congruo anticipo, negli appositi bandi pubblicati sul sito di Ateneo.





Esperti nella gestione delle relazioni pubbliche

Function in a job context:

- Intrattengono rapporti, finalizzati alla creazione o consolidamento di rapporti d’affari, di persona, per telefono per posta elettronica, con interlocutori italiani e stranieri;
- valutano in modo critico e consapevole e formulano suggerimenti in merito a proposte di euro progettazione, per favorire l’accesso a fondi europei;
- preparano presentazioni in forma orale o scritta delle attività dell’azienda/dell’amministrazione, ad uso interno e/od esterno;
- si occupano della traduzione e redazione di contratti, ordini, offerte promozionali, testi tecnici, strumenti per la comunicazione interna ed esterna (newsletters, siti web aziendali) ecc.

Skills associated with function:

I laureati magistrali dispongono di un’ ottima padronanza in almeno due lingue straniere e di buone conoscenze di base in ambito economico-giuridico.
Sanno comunicare, in forma orale e scritta, con interlocutori provenienti da altri paesi e da altre culture, consapevoli delle diverse classificazioni culturali che sono state realizzate dagli esperti del settore.

Job oppotunities:

Imprese ed organizzazioni che abbiano come obiettivo lo sviluppo di attività e programmi di dimensione internazionale.

Redattori e traduttori di strumenti per la comunicazione aziendale interna ed esterna

Function in a job context:

Si occupano della traduzione di un’ampia gamma di tipologie di testi;
- svolgono attività di mediazione orale da e verso le lingue straniere di studio;
- utilizzano in modo competente ed appropriato il lessico specialistico.

Skills associated with function:

I laureati magistrali dispongono di un’ ottima padronanza in almeno due lingue straniere e conoscono le tematiche culturali, economiche e giuridiche relative alle diverse aree di particolare interesse per le loro attività professionali.
Sanno pertanto tradurre un’ampia gamma di testi specialistici e fungere da mediatori in interazioni orali con interlocutori provenienti da altri paesi , dimostrando consapevolezza critica delle differenze culturali.

Job oppotunities:

- Aziende ed organizzazioni internazionali;
- case editrici;
- agenzie pubblicitarie e turistiche;
- agenzie di traduzione;
- amministrazioni pubbliche.

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)

  1. Specialisti delle pubbliche relazioni, dell'immagine e professioni assimilate (2.5.1.6.0)
  2. Redattori di testi tecnici (2.5.4.1.4)
  3. Interpreti e traduttori di livello elevato (2.5.4.3.0)

Il CdS fornisce ai propri laureati magistrali:
- competenze linguistiche elevate (livello C1 e C2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento) in almeno due lingue straniere;
- una solida preparazione nel campo dell'analisi linguistica e metalinguista applicata alle interazioni orali e scritte in imprese, amministrazioni pubbliche, ed organizzazioni internazionali che interagiscono con mercati culturalmente e linguisticamente assai differenziati;
- buone conoscenze di base nelle discipline economiche e giuridiche;
- una adeguata preparazione sulle tematiche culturali, economiche e giuridiche relative alle diverse aree di particolare rilevanza nell'ambito degli scambi internazionali;
- buone conoscenze di base in ambito informatico applicate alla gestione della comunicazione digitale;
- la capacità di utilizzare con consapevolezza le lingue conosciute nella prospettiva della comunicazione internazionale, facendo riferimento alle diverse classificazioni culturali che sono state realizzate dagli esperti del settore;
- la capacità di utilizzare in maniera consapevole gli strumenti di analisi economica e giuridica applicabili a contesti nazionali ed internazionali;
- la capacità di utilizzare in maniera consapevole gli strumenti di comunicazione aziendale interna ed esterna (siti web, newsletter, posta elettronica, ecc).
Il percorso formativo prevede la biennalizzazione di due lingue (a scelta tra: inglese, francese, spagnolo o tedesco), e la possibilità di studiare, per un anno, una terza lingua a scelta tra russo e cinese. Attenzione viene dedicata anche all'area giuridico-economica che include oltre ai tradizionali ambiti di Diritto Privato Comparato e di Economia Politica al I anno, anche Economia e gestione delle imprese, Politica economica ed Economia aziendale al II anno. I crediti a scelta permettono di approfondire le tematiche di ambito linguistico, giuridico od economico. La riflessione sull'italiano per la comunicazione aziendale e istituzionale completa il quadro delle competenze linguistiche teoriche e tecniche.

Autonomia di giudizio

Il CdS in Languages for communication in international enterprises and organizations rilascia il titolo finale a studenti che siano in grado di:
a) selezionare ed interpretare autonomamente in modo appropriato i dati linguistici;
b) organizzare il proprio pensiero in modo autonomo, formulando riflessioni individuali ed originali in merito alle arie tipologie di testi che sono presi in esame;
c) selezionare ed interpretare autonomamente e in modo appropriato i dati di ambito economico e giuridico che vengono sottoposti alla loro attenzione;
d) selezionare gli appropriati strumenti (pratici e teorici) adatti a fornire una corretta interpretazione dell'intento comunicativo degli enunciati da loro prodotti o decodificati.

Al raggiungimento dei risultati concorrono, oltre allo studio individuale, anche le presentazioni e le attività progettuali portate avanti in aula e laboratorio.
La verifica dei risultati prevede attività di ricerca progettuale, singolarmente o in piccoli gruppi, e/o la stesura di relazioni in forma orale e scritta.


Abilità comunicative

Il CdS in Languages for communication in international enterprises and organizations rilascia il titolo finale a studenti che sappiano:

a) utilizzare le abilità comunicative in modo efficace ed efficiente;
b) fare riferimento a determinati codici linguistici (L1 e/o L2), supportati da conoscenze operative in ambito economico e giuridico;
c) raggiungere e mantenere la comprensione reciproca con gli altri interlocutori, nazionali ed internazionali, nell'ambito delle interazioni nelle quali si troveranno coinvolti,

Al raggiungimento dei risultati concorrono, oltre allo studio individuale, anche l’interazione tra gruppi in aula e laboratorio, nonché una didattica che privilegia l’interazione dialogica con gli studenti.
Per verificare i risultati si prevedono attività di ascolto, lettura e produzione orale e scritta, organizzate in piccoli gruppi, oppure singolarmente, finalizzate a dimostrare l’acquisita consapevolezza che la comunicazione è efficace quando le intenzioni comunicative del comunicatore coincidono con gli effetti sul destinatario.

Capacità di apprendimento

Il CdS in Languages for communication in international enterprises and organizations rilascia il titolo finale a studenti che abbiano sviluppato le capacità di apprendimento necessarie per:

a) utilizzare gli strumenti linguistici adeguati per interfacciarsi con interlocutori diversi, sia in ambito nazionale, che internazionale;
b) analizzare in modo critico e consapevole le diverse situazioni, andando al di là di una mera disamina superficiale dei dati in loro possesso;
c) consultare risorse informatiche e documentali di supporto alla propria attività.

Al raggiungimento dei risultati concorrono, oltre allo studio individuale, anche le attività progettuali a gruppi portate avanti in aula e laboratorio.
La verifica dei risultati richiede di effettuare un'analisi comparativa in forma scritta (sia in L1, che in L2) delle strategie concrete utilizzate da agenti e organizzazioni inseriti in contesti esterni

Risultati di apprendimento attesi: conscenza e comprensione, capacita' di applicare conoscenza e comprensione

DISCIPLINE SEMIOTICHE, LINGUISTICHE E INFORMATICHE

Conoscenza e comprensione

- conoscere e comprendere le nozioni teoriche e le tecniche di scrittura relative all’uso della lingua italiana nei rapporti con l'amministrazione pubblica e le istituzioni europee;
- conoscere e comprendere le nozioni di base in ambito informatico per sviluppare competenze utili nella gestione della comunicazione digitale.


Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

- saper analizzare criticamente da un punto di vista linguistico e metalinguistico varie tipologie di testi in lingua italiana redatti nel contesto dell"amministrazione pubblica e delle istituzioni europee;
- saper utilizzare il lessico e le forme sintattiche appropriate per la redazione dei suddetti testi specialistici in lingua italiana;
- saper utilizzare le nozioni informatiche di base per elaborare varie tipologie di testi digitali.

LINGUE MODERNE

Conoscenza e comprensione

- conoscere e comprendere le caratteristiche di interazioni orali e scritte di livello elevato (livello C1 e C2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento) in almeno due lingue straniere (a scelta tra: inglese, francese, spagnolo e tedesco), con particolare riferimento alla comunicazione economico-aziendale e giuridica;
- conoscere e comprendere i metodi e le tecniche dell’analisi linguistica e metalinguistica;
- conoscere e comprendere gli aspetti testuali e pragmatici che caratterizzano le lingue straniere oggetto di studio, con particolare riferimento ai diversi contesti comunicativi, alle varie zone geografiche e ai differenti mezzi di trasmissione utilizzati (varietà diafasiche, diatopiche e diamesiche);
- conoscere e comprendere l’organizzazione e il lessico dei testi specialistici;
- conoscere e comprendere le problematiche della comunicazione e della mediazione interlinguistica ed interculturale in contesti diversi;
- conoscere e comprendere l’utilizzo delle risorse informatiche e documentali di supporto all’attività traduttiva;
- conoscere e comprendere le difficoltà connesse alle differenze culturali che possono inevitabilmente affiorare in contesti multiculturali.


Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

- sapere applicare le proprie conoscenze linguistiche a diversi contesti operativi, con particolare riferimento all'ambito della comunicazione economico-aziendale e giuridica;
- saper interagire in lingua straniera con interlocutori nativi e non-nativi di altre lingue e nazionalità, in diversi contesti orali e scritti,
- saper facilitare/mediare la comunicazione fra parlanti di lingue diverse.

SCIENZE ECONOMICO-GIURIDICHE, SOCIALI E DELLA COMUNICAZIONE

Conoscenza e comprensione

- conoscere e comprendere i processi di globalizzazione, con particolare riferimento agli effetti del commercio internazionale e dei flussi di capitali sulla produzione e sull’occupazione;
- conoscere e comprendere la struttura complessa del commercio internazionale e del processo di internazionalizzazione delle imprese;
- conoscere e comprendere gli strumenti per la valutazione del portafoglio prodotti;
- conoscere e comprendere come creare e mantenere l’immagine di marca;
- conoscere e comprendere la scelta e l’accostamento dei canali distributivi e la gestione della comunicazione d’impresa;
- conoscere e comprendere gli istituti giuridici chiave per le attività professionali od accademiche;
- conoscere e comprendere come affrontare, mediare od analizzare una transazione commerciale tra parti contrattuali afferenti a diversi ordinamenti.

Capacita' di applicare conoscenza e comprensione

- saper interpretare in modo appropriato l’andamento delle grandezze macroeconomiche di una economia aperta;
- saper interpretare le trasformazioni che hanno luogo nei diversi paesi ed aree geografiche, nell’ambito di un mercato in continua trasformazione;
-saper applicare metodologie per la misurazione della qualità percepita e della soddisfazione dell’utente, relativamente ad un sistema di erogazione di servizio;
- saper utilizzare opportunamente i diversi strumenti necessari per la definizione di un contratto internazionale (convenzioni, regolamenti, modelli contrattuali);
- saper utilizzare diversi stili linguistici contrattuali.

Course director:
Giuliana DIANI